Fukushima. Pescati pesci con valori radioattivi fuori norma, è allarme | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 27 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Fukushima. Pescati pesci con valori radioattivi fuori norma, è allarme

Allarme in Giappone dove nelle scorse ore sono stati pescati due pesci non lontano dallo stabilimento di Fukushima con radiazioni ben 258 volte superiori alla norma. Il governo minimizza ma c’è molta paura..

Paura in Giappone dove una coppia di pesci catturati non lontano dallo stabilimento nucleare di Fukushima ha riscontrato valori radioattivi di oltre 258 volte superiori alla norma. Il governo, comprensibilmente, ha cercato di minimizzare, ritenendoli sicuri per il consumo, ma la sensazione è che Tokyo stia cercando di non far esplodere un caso che metterebbe molto in difficoltà le esportazioni nipponiche di pesce. I pesci, che sono stati catturati a soli 12 km dalla centrale nucleare, hanno registrato oltre 25.800 bequerel di cesio a chilo, almeno secondo la  Tokyo Electric Power (TEPCO). La TEPCO ha sostenuto che i livelli elevati riscontrati potrebbero essere dovuti all’alimentazione dei pesci in luoghi particolarmente radioattivi e la società ha previsto di procedere con ulteriori verifiche sui pesci nella zona, monitorando anche la loro alimentazione e il fondale per capire quale sia la causa esatta degli alti valori di radiazioni. I funzionari sono rimasti sbalorditi da valori così alti dal momento che in precedenza avevano riscontrato valori molto più bassi nel pesce contaminato. A giugno il governo aveva concesso ai pescatori di tornare a pescare a titolo sperimentale a circa 30 miglia dallo stabilimento, e in precedenza il valore più alto mai registrato era di 18.700 bequerel al chilo in alcuni salmoni. Dopo la tragedia dello tsunami alcuni pesci con valori radioattivi elevati sono stati pescati persino nelle coste della California e  nell’Oceano Pacifico. E’ di pochi giorni fa del resto la notizia che secondo i ricercatori le radiazioni hanno caudato mutazioni genetiche in alcune farfalle, peggiorate sia geneticamente che fisicamente. In molti temono che ci possano essere effetti negativi anche per gli esseri umani dal momento che la radioattività ha avuto modo di filtrare nell’aria e nell’acqua della regione. Secondo la relazione della Prefettura di Fukushima quasi un terzo dei bambini della zona sarebbe a rischio di sviluppare il cancro, e il rapporto ha mostrato come il 36% dei bambini avrebbe crescite anomale della tiroide che presentano il rischio di diventare potenzialmente cancerose. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito che i giovani sono particolarmente a rischio di avvelenamento da radiazioni nella ghiandola tiroidale. I neonati sono ancora più a rischio perché le loro cellule si dividono ad una velocità superiore.

VAI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK E AIUTACI A CRESCERE DIVENTANDO FAN

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top