Georgia. Prove di "Majdan" in AbkaziaTribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Georgia. Prove di “Majdan” in Abkazia

Nuove tensioni ai confini con la Russia dopo che nella Repubblica di Abkazia, regione georgiana secessionista riconosciuta dal Cremlino, i manifestanti dell’opposizione avrebbero preso possesso del palazzo presidenziale a Sukumi. 

Appare abbastanza sospetto come tempismo il tentativo di golpe avvenuto a Sukumi, capitale della Repubblica di Abkazia, regione secessionista riconosciuta da Mosca dopo la breve guerra del 2008 contro la Georgia. Qui i manifestanti dell’opposizione avrebbero preso possesso del palazzo presidenziale e del palazzo della Tv al termina di una grande manifestazione avvenuta il 27 maggio. Il presidente Abkazo, Ankvad, ha parlato apertamente di tentato Golpe e ha smentito ogni voce di fuga dal suo Paese, annunciando che le forze dell’ordine sarebbero totalmente fedeli allo Stato. Il presidente del parlamento locale Valeri Bganba, ha riferito che è prevista una sessione speciale per discutere la situazione, tutto questo mentre il leader dell’opposizione, tale Khadzhimba, ha confermato che il consiglio di coordinamento dell’opposizione avrebbe “assunto temporaneamente il controllo della Repubblica“. Indicativamente il tabloid russo Komsomolskaia Pravda ha titolato: “In Abkazia è iniziato il Maidan“. Il timore insomma è che l’Occidente utilizzi anche l’Abkazia per aumentare la pressione contro la Russia proprio mentre le autorità di Kiev stanno attaccando a tappeto la parte orientale del Paese. Insomma quanto succede in Abkazia potrebbe aumentare ulteriormente il nervosismo, riaprendo anche il fronte georgiano chiuso nel 2008 quando Mosca aveva vinto la guerra lampo contro Tbilisi, assicurando la sopravvivenza dell’Abkazia con sostegno finanziario e militare. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top