Germania. Avanza la destra populista dell'AFDTribuno del Popolo
mercoledì , 29 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Germania. Avanza la destra populista dell’AFD

La destra dell’Afd si sarebbe aggiudicata le elezioni in tutti e tre i Land, un vero e proprio trionfo che certifica anche la sconfitta della Merkel. Il successo della destra xenofoba inoltre potrebbe avere pesanti conseguenze anche sull’assetto dell’Europa. 

Il 13 marzo le elezioni in Germania hanno determinato quello che per certi versi possiamo davvero chiamare un terremoto politico in quanto hanno segnato il successo della destra populista dell’Afd e la sconfitta della Cdu della Merkel. Una sconfitta quella della Cancelliera che potrebbe riverberarsi anche nel resto dell’Europa, una sconfitta per certi versi attesa dato che la Merkel ha pagato in questi mesi la sua apertura nei confronti dei migranti. La Cdu si è piazzata al secondo posto anche nel Baden-Württemberg, in questo caso dietro ai Verdi, certificando quindi una crisi endemica dato che si è sempre trattato di uno dei suoi feudi più fedeli fino al 2011. La Cdu ha se non altro vinto in Sassonia-Anhalt, ma qui l’Afd, ovvero Alternativa per la Germania, ha incassato più del 20% dei voti. Insomma l’estrema destra si organizza e facendo leva sulla rabbia popolare e sul risentimento realizza crescite elettorali importanti al contrario dell’Spd che non sembra più convincere l’elettorato. L’Afd trae linfa dalle proprie posizioni anti-immigrati anche perchè moltissimi elettori di destra hanno deciso di abbandonare la Merkel dopo le sue decisioni in tal senso di accogliere i profughi siriani. Eventi come quelli di Colonia poi hanno esacerbato la situazione creando un contesto favorevole all’avanzare dell’estrema destra. In vista delle legislative del 2017 dunque la Merkel dovrà cercare di invertire la rotta in fretta, e visti i chiari di luna anche nel resto d’Europa la sensazione è che nei prossimi mesi sarà ancora una volta la destra più populista e anti-migranti a conquistare ulteriori consensi. Ed è chiaro che in prospettiva questo significa chiaramente che l’Europa potrebbe essere sull’orlo del baratro.

Tribuno del Popolo

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top