Germania. C'è solo solidarietà dietro l'accoglienza?Tribuno del Popolo
sabato , 21 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Germania. C’è solo solidarietà dietro l’accoglienza?

In molti si sono stupiti di fronte alla decisione della Germania di aprire i confini a migliaia di profughi siriani. La spiegazione però sarebbe anche utilitaristica dato che il presidente della Bundesbank Weidmann ha detto a chiare lettere che la Germania ha bisogno “di lavoro aggiuntivo per mantenere il suo tenore di vita”. 

A riportare la notizia è l’autorevole portale finanziario Bloomberg che ha riportato la testimonianza di un avvocato siriano di 26 anni arrivato in Germania e che ha già cominciato a lavorare in un centro comunitario per giovani di proprietà comunale della città di Pfungstadt, vicino a Francoforte con lo stipendio risibile di un euro all’ora. Certo da qui a trarre conclusioni che ne passa, eppure la realtà sembra essere questa dato che i rifugiati non dispongono ancora dei permessi per lavorare in una società privata con un regolare contratto. In Germania peraltro esiste un salario minimo legale per tutti i lavoratori di 8,5 euro all’ora, questo indipendentemente dalla loro nazionalità. Secondo molti addetti ai lavori ed economisti l’arrivo di questi siriani, spesso altamente qualificati, permetterebbe alla Germania di salvare a lungo termine lo stato sociale del Paese. Insomma per molti l’arrivo di migranti viene visto in Germania come una opportunità.Del resto negli anni Cinquanta e Sessanta la Germania ha giovato proprio dell’immigrazione di massa per rilanciare l’economia, non a caso reclutava “lavoratori ospiti” provenienti da Grecia, Turchia e Jugoslavia che hanno aumentato la crescita subito dopo la Seconda Guerra Mondiale. Non solo, secondo alcune stime del governo la popolazione tedesca scenderà a 68 milioni di persone entro il 2060 dagli 80 odierni, e il numero di persone in età da lavoro scenderà del 30%. Dato che il livello attuale di disoccupazione è del 6,4%, ovvero il più basso dai tempi della riunificazione, in molti credono che l’arrivo di massa di profughi possa giovare non poco all’economia tedesca. Di conseguenza ci sono dei motivi economici dietro le mosse di Berlino e il rischio è che arrivando migliaia di persone che hanno perso tutto si assisterà alla solita discesa al ribasso di diritti per tutti, e questo ovviamente non solo in Germania.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top