Germania. Crollo del Pegida, solo in 1500 in piazzaTribuno del Popolo
domenica , 23 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Germania. Crollo del Pegida, solo in 1500 in piazza

Il movimento anti-Islam Pegida che si era guadagnato le prime pagine nelle settimane scorse in Germania  per via delle sue adunate subisce in queste ore un brusco crollo a Lipsia dove gli antirazzisti hanno portato in piazza almeno il doppio dei cittadini. Meno di 1500 coloro che hanno raccolto l’appello del Legida, branca di Lipsia del Pegida.

La Germania multietnica e soprattutto antirazzista ha risposto in modo chiaro alle ultime adunate del Pegida, movimento xenofobo e anti-islam che nelle ultime settimane era riuscito a conquistarsi le prime pagine dei giornali preoccupando non poco l’Europa visto che dopo il tragico attentato allo CharlieHebdo a Parigi sono aumentate le tensioni contro l’immigrazione e l’islam in generale. Qualche settimana fa erano decine di migliaia i tedeschi che avevano risposto all’appello del Pegida scendendo in piazza, ma in parallelo si erano mobilitati anche gli antirazzisti che hanno messo su un movimento anti-Pegida capace di portare in piazza ancora più cittadini. Inoltre con un clamoroso autogol il leader del Pegida, Lutz Bachmann aveva postato su Facebook una sua foto in cui era travestito da Hitler anche se poi ha negato sostenendo che fosse tutta una parodia e uno scherzo. Ma lo scherzo sembra essere costato caro dal momento che Bachmann, che sui social network aveva definito i rifugiati come “animali”,  a causa del caso mediatico era stato costretto a dimettersi. Avrà influito anche questo scandalo a rendere l’ultima adunata un vero fallimento; ieri sera è sceso infatti in piazza il Legida, branca di Lipsia del Pegida, ma ha portato in piazza appena 1500 persone, molte ma molte di meno rispetto alle 20.000 attese dagli organizzatori. Erano molti ma molti di più gli antirazzisti che sono scesi in piazza, almeno 5000 persone nonostante la massiccia presenza delle forze dell’ordine. Si sono verificati anche momenti di tensione culminati in scontri con le forze dell’ordine che hanno provveduto anche a effettuare diversi arresti. Una dimostrazione di come la nuova Germania multietnica e figlia dell’immigrazione di massa rigetti gli spettri del nazionalismo e ribadisca la sua contrarietà alla xenofobia e al populismo di chi vorrebbe risolvere la crisi con la tipica lotta al diverso.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top