Germania. Governo attaccato per il ruolo nella crisi in UcrainaTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Germania. Governo attaccato per il ruolo nella crisi in Ucraina

Germania. Governo attaccato per il ruolo nella crisi in Ucraina

Mentre da noi in Italia la vulgata dei media è quella che vede in Putin il “cattivone” in Ucraina e nel governo di Kiev le “vittime”, omettendo il ruolo di neonazisti e bande paramilitari varie, in Germania alcuni parlamentari della Linke (Sinistra) hanno chiesto di fare luce sulla presenza di mercenari americani ed europei a Kiev. 

Niente da fare, in Italia i media hanno sempre le idee chiare, chiarissime su quanto succede nel mondo. In sostanza hanno quasi sempre la stessa medesima idea della Casa Bianca, a significare ormai una subalternità anche culturale del nostro Paese alla cultura occidentale in genere. Se ne volete un esempio recente basta prendere il caso dell’Ucraina, dove il nostro governo si è allineato sulle posizioni di Usa, Nato e Ue, accusando unicamente Putin di essere il responsabile della escalation e omettendo di emettere giudizi sulla presenza dei neonazisti nella Giunta di Kiev, che peraltro ha destituito Yanukovich, il presidente legittimo, in modo assolutamente non legale. Ora in Ucraina si terranno elezioni presidenziali farsa per via della militarizzazione del paese, e non casualmente il Primo ministro ucraino, Arseniy Yatsenyuk, sarà ricevuto mercoledì prossimo dalla cancelliera tedesca, Angela Merkel, a Berlino, insieme ai capi di governo di Georgia e Moldavia. Un chiaro tentativo di stringere il cerchio intorno a Mosca e di aizzare i sentimenti antirussi dei paesi confinanti. Chiara la decisione di visitare Berlino all’indomani delle elezioni per legittimare il loro potere, che peraltro si basa anche sulla violenza e sulle intimidazioni dei neonazisti. Ma la Germania non è come l’Italia e qui un quotidiano importante come Bild aveva avuto il coraggio di diffondere la notizia che nell’Ucraina della guerra civile agiscono centinaia di mercenari della multinazionale Usa Academi, i mercenari cui è ricorsa la Giunta di Kiev per obbligare l’Est ad accettare la loro autorità. Sempre in Germania alcuni parlamentari di Berlino della Linke hanno chiesto al governo della Merkel di ordinare “un’inchiesta indipendente sulla presenza di mercenari in Ucraina”, e sembrano essere gli unici a esprimere perplessità in merito all’uso di  eserciti privati in paesi sovrani. Non solo, la Linke vorrebbe anche sapere il ruolo tenuto da Berlino nella gestione della crisi ucraina, per capire se la Germania abbia in qualche modo preso parte alla ribellione. “La Cdu ha sostenuto ufficialmente il leader della rivolta Vitali Klichko; il primo dicembre 2013 il presidente del parlamento europeo Martin Schulz ha pronunciato un discorso anti-governativo a Maidan; il 7 dicembre il presidente della commissione degli Esteri dell’europarlamento, Elmar Brok, ha pronunciato un discorso a Maidan in favore di Iulia Tymoshenko; il 29 gennaio Elmar Brok ha tenuto una conferenza stampa al fianco di Klichko in cui si chiedevano le dimissioni del presidente Viktor Yanukovich; il 27 febbraio tre ministri tedeschi hanno negoziato e poi firmato un accordo politico tra il Yanukovich e l’opposizione di Maidan, accordo che è servito a coprire il colpo di Stato; il 25 aprile quattro ufficiali tedeschi che lavoravano per l’Osce sono stati arrestati mentre compivano azioni fuori dal loro mandato nell’est dell’Ucraina, e successivamente cacciati dal Paese“, hanno dichiarato i parlamentari. Del resto proprio il partito di governo di Kiev, l’Udar di Klitschko, è nato anche grazie alla fondazione Adenauer della Cdu tedesca; lo stesso Klitscko ha la doppia cittadinanza ucraino-tedesca, e proprio il governo tedesco ha fatto immani pressioni su Kiev per scarcerare Yulia Timoshenko, leader del partito di estrema destra Patria. 

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/mateus27_24-25/6637902677/”>MATEUS_27:24&25</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top