Germania, l' "El dorado" del riciclaggio? | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Germania, l’ “El dorado” del riciclaggio?

Modello di efficienza e di serietà sotto molti aspetti, la Germania rappresenta però un vero e proprio paradiso per il malaffare, in particolare per il riciclaggio di denaro. I più attivi gli italiani, ma anche russi, ucraini e bielorussi..

 

Uno degli sport più in voga ultimamente in alcuni ambienti anche italiani è quello di denigrare il proprio Paese e di esaltare l’algida ed efficiente Germania. A Berlino però non ci sono solo rose e fiori, ci sono ristoranti che aprono e chiudono nell’arco di poche settimane, agenzie immobiliari protagoniste di compravendite fittizie, sale giochi che spuntano come funghi e così via. La Germania infatti è stata eletta a luogo ideale per transazioni poco chiare da parte della criminalità organizzata a causa di una legislazione inefficace che viene sfruttata a piene mani. A destare sospetto sono principalmente le transazioni provenienti da Italia, Ucraina, Russia e Bielorussia.

“Il riciclaggio in Germania è diventato un problema serio”, ha denunciato l’ultimo rapporto dell’Ufficio federale di polizia criminale (BKA), “e questo perché Berlino non ha istituti giuridici adeguati per contrastarlo”, ha spiegato il Procuratore generale di Caltanissetta Roberto Scarpinato in un’audizione presso la Commissione finanze del Bundestag tedesco, la camera bassa del parlamento, nel corso dei lavori per rafforzare la normativa anti-riciclaggio. Solo nel 2011 in Germania sono stati registrati ben 13.000 casi di riciclaggio di denaro, un vero e proprio record da quando è stata promulgata la legislazione nel 1993. A partire da quella data infatti le grandi banche hanno dovuto segnalare le grosse operazioni alla  Federal Financial Supervisory Authority, ma nel frattempo i criminali hanno avuto tutto il tempo per evolversi e trovare nuovi espedienti per aggirare le norme.

Come se non bastasse persino la Commissione europea e l’Ocse hanno bacchettato Berlino, affermando che l’esitazione tedesca nell’adeguare la propria legislazione sull’argomento  rischierebbe di agevolare il finanziamento di attività terroristiche Dati alla mano il business dell’illegalità in Germania vale qualcosa come 50-60 miliardi all’anno, quasi tutti proventi che provengono dal commercio di droga o armi, e il più delle volte la polizia non è riuscita nemmeno a rintracciare l’1% di questi soldi. Tra i trucchi che vanno per la maggiore in Germania c’è la manipolazione delle slot machine, ma anche gioco da azzardo online, un business da oltre 120 miliardi di euro l’anno. Ma la mafia in Germania punta anche ai servizi, e spesso grazie alla complicità delle grandi imprese è possibile ottenere un certificato falso di emissione di CO2 senza grosse difficoltà. Tutto questo accade a causa di una legislazione inadeguata che rischia di macchiare in modo chiaro la fama edesca di rispetto della legalità. Lo ha denunciato anche uno studio di Tax Justice Network, che esaminando la normativa anti-riciclaggio di settanta paesi del mondo, ha evidenziato come la Germania sia uno dei luoghi migliori per riciclare denaro sporco, più della Svizzera, delle isole Cayman e del Lussemburgo.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top