Germania. Merkel spinge per aumento delle spese per la DifesaTribuno del Popolo
venerdì , 26 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Germania. Merkel spinge per aumento delle spese per la Difesa

Nel mondo della crisi globale le uniche risorse che non sono mai in discussione sono quelle da destinarsi alla Difesa. Angela Merkel ha infatti fatto sapere di ritenere che Berlino dovrebbe aumentare notevolmente le proprie spese militari per fronteggiare non meglio specificate “minacce esterne” in quanto l’Ue sarebbe incapace di difendere se stessa. 

Scricchiola sempre di più l’edificio europeo, e la Germania dimostra di avere le idee molto chiare circa i propri obiettivi a breve termine. In anni di crisi globale infatti gli stipendi dei cittadini europei sono calati, si sono persi milioni di posti di lavoro e sono stati praticati tagli su tutti i servizi sociali per far quadrare i conti e accontentare i mercati. Oggi invece al posto di destinare risorse per aiutare i più bisognosi ecco per magia comparire i rischi della guerra e del terrorismo, ed ecco che quelle risorse vengono impiegate nel settore della Difesa. E con parole come “invasione di massa”, “terrorismo globale”, la gente si sente logicamente insicura ascoltando i media tradizionali e inconsciamente non protesterà se ingenti risorse verranno impiegate in quella che viene chiamata la “loro sicurezza”. Angela Merkel non a caso ha dichiarato che Berlino non può più contare sugli Usa e che dovrebbe quindi aumentare le proprie difese per far fronte a minacce esterne. Lo ha detto a Berlino, come riportato dalla Reuters, e anzi ha detto molto di più:

“Sicuramente questo significa che un paese come la Germania che oggi spende circa l’1,2% del proprio Pil in Difesa, e gli Usa, che spendono il 3,4% del Pil in Difesa, dovranno convergere”, ha detto la Merkel. E questo può solo significare che gli Usa in chiave antirussa potrebbero aver bisogno di una Germania forte militarmente. Del resto proprio il mese scorso il ministro della Difesa tedesca, Ursula von der Leyen, ha annunciato la prima espansione delle spese militari dai tempi della Guerra Fredda. Non solo, nei prossimi sette anni verranno reclutati nuovi 14.300 soldati, a segnalare come a Berlino abbiano già in mente piani concreti di riarmo. E l’obiettivo di questo riarmo di massa sarebbe, udite udite, il creare un deterrente per una invasione immaginaria della Russia, il che la dice lunga sul modo di pensare dei vertici europei e sul ruolo che avrà in futuro il fantomatico esercito europeo unito.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top