Giornalista siriano anti-Isis ucciso in TurchiaTribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Giornalista siriano anti-Isis ucciso in Turchia

Un importante giornalista d’inchiesta siriano e regista, già autore di documentari contro lo Stato Islamico, è stato freddato a colpi da arma da fuoco a Gaziantep, in Turchia. Si tratta del terzo assassinio di giornalisti che avviene nel Paese negli ultimi tre mesi. 

Naji Jerf era un giornalista siriano molto apprezzato e conosciuto in quanto negli ultimi tempi aveva avuto il coraggio di pubblicare documentari nei quali denunciava le violenze perpetrate dallo Stato Islamico nei territori da esso occupati. Era in quanto nelle scorse ore è stato assassinato a colpi da arma da fuoco in quel di Gaziantep, in Turchia, per quello che si configura come il terzo assassinio di giornalisti in tre mesi. Jerf aveva appena completato un ultimo documentario nel quale denunciava senza mezzi termini le violenze dell’Isis nei quartieri di Aleppo per il gruppo RBSS (Raqqa is Being Slaughtered Silently). Il film ha vinto anche un premio del Comitato Protezione Giornalisti dell’International Press Freedom. Jerf sarebbe stato assassinato con un colpo di pistola alla testa mentre passeggiava, e l’aggressione sarebbe avvenuta proprio di fronte ad alcune telecamere di sicurezza, come riportato da RT.com. Sembra che Jerf fosse in attesa di partire per la Francia, a Parigi, dove avrebbe ricevuto assieme alla sua famiglia un permesso di asilo in Francia. A questo proposito la European Federation of Journalists (EFJ)  avrebbe chiesto ufficialmente alle autorità turche di proteggere i giornalisti siriani e i lavoratori nel settore dei media in Turchia. Molti giornalisti che hanno denunciato i crimini dell’Isis e sono fuggiti in Turchia insomma sarebbero a rischio, non a caso a novembre era stato assassinato anche Tahir Elci, presidente di una associazione per i diritti dei curdi, mentre in ottobre due giornalisti siriani, Ibrahim Abd al-Qader  e Fares Hamadi sono stati trovati morti nella loro casa di Urfa, nel Sud-Est della Turchia.

Altre fonti: Rai News

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top