Gran Bretagna. E' "allarme infanzia" per assenza di riscaldamentoTribuno del Popolo
domenica , 22 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Gran Bretagna. E’ “allarme infanzia” per assenza di riscaldamento

Gran Bretagna. E’ “allarme infanzia” per assenza di riscaldamento

Secondo un’inchiesta della Children’s Society charity in Gran Bretagna ci sarebbe una vera e propria emergenza freddo per i bambini delle famiglie povere, costretti a vivere in case disagiate e prive di riscaldamento.

Per capire e comprendere il livello di civiltà di un Paese esistono vari parametri economici, tuttavia affidarsi solo a questi parametri potrebbe essere fuorviante per capire come effettivamente si vive. Basti pensare alla Gran Bretagna dove, secondo un’indagine della Children’s Society charity la realtà per migliaia di bambini sarebbe tutt’altro che rosea. I bambini delle famiglie povere infatti sono costretti a vivere in case disagiate, fredde e prive di cibo. Più del 50% dei bambini poveri inglesi vive infatti in case troppo fredde, mentre un quarto di loro ha ammesso che le loro case sono troppo umide e hanno problemi di muffa. Lo studio ha chiesto a oltre 2000 bambini tra i 10 e i 17 anni la loro visione della povertà Attualmente ci sono circa tre milioni di bambini che vivono in povertà in Gran Bretagna, e il loro numero sembra essere destinato a salire nonostante si sprechino i proclami del governo che ormai da anni promette di porre rimedio alla situazione. Il numero di bambini poveri è superiore di netto anche a quello dei loro omologhi italiani, segno che anche in Inghilterra non è tutto oro quello che luccica. La Children’s Society parallelamente al sondaggio ha deciso anche di lanciare una commissione sulla povertà. Circa il 76% dei bambini ha detto di convivere con la preoccupazione che i loro genitori non trovino soldi a sufficienza, mentre il 53% di loro ha ammesso che la loro casa sarebbe troppo fredda in inverno. Il 26% ha detto che le loro case hanno problemi di umidità, mentre per il 24% il freddo patito in inverno è quasi insopportabile. Non solo, il 53% dei bambini intervistati ha detto di sentirsi imbarazzato dalla povertà della propria famiglia, e il 14% ha denunciato di essere stato denigrato per questo. Ovviamente il governo di Londra ha tagliato anche tutti i servizi all’infanzia, al punto che sono sempre di più le famiglie a fare richiesta dei servizi dei centri per l’infanzia, che però hanno sempre meno fondi a disposizione. Secondo un sondaggio pubblicato dalla 4Childern, circa il 66% dei centri per l’infanzia starebbe operando con un budget decurtato. Attualmente in Italia le persone che vivono in povertà totale sono 4,8 milioni (dati Istat), mentre in Gran Bretagna ci sarebbero ben 5,3 milioni di famiglie in povertà, che potrebbero diventare 9 milioni entro il 2016. Nello stesso momento tutte le compagnie di energia britanniche hanno anno dopo anno aumentato verticalmente il prezzo per gas e elettricità. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top