Sembra una battuta ma non lo è. Il ministro dell'Economia britannico, George Osborne, ha detto di voler imporre misure per le persone "da anni in stato di disoccupazione".Tribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Gran Bretagna. Proposta Shock contro la disoccupazione: torna il “lavoro coatto”

Gran Bretagna. Proposta Shock contro la disoccupazione: torna il “lavoro coatto”

Sembra una battuta ma non lo è. Il ministro dell’Economia britannico, George Osborne, ha detto di voler imporre misure per le persone “da anni in stato di disoccupazione”.

Bizzarro il concetto di assistenzialismo britannico. Il ministro dell’Economia britannico, George Osborne, ha fatto sapere di voler imporre, a partire dal prossimo anno, vere e proprie misure coatte rivolte a persone che si trovano da anni in stato di disoccupazione. Insomma la proposta è quella di obbligare delle persone a partecipare alla raccolta dei rifiuti e all’assistenza agli anziani. Queste proposte, annunciate ieri da Osborne durante il congresso del Partito Conservatore a Manchester, rientrano nel piano del governo per ridurre la spesa per i sussidi statali. E quale misura migliore del lavoro coatto per abbattere i costi dello Stato? 

Secondo il piano di Osborne le persone da lungo tempo disoccupate dovranno lavorare se vorranno ancora ritirare il sussidio di disoccupazione. Chi vorrà continuare a ritirare il suo sussidio potrebbe quindi dover affrontare obblighi come dover svolgere trenta ore di lavori comunitari a settimana, seguire corsi di formazione, e recarsi nelle agenzie di collocamento tutti i giorni. In caso contrario niente sussidio per quattro settimane. Ma non è finita, addirittura allucinante la spiegazione data da Osborne, secondo cui l’obiettivo del governo di David Cameron consiste nel combattere la cultura “dell’ottenere qualcosa per niente”. E torna quindi il solito pensiero derivato dalla Tatcher secondo cui l’assistenzialismo è di per sè un disvalore. Torna il concetto di “merito” che è un concetto che noi ripudiamo in quanto è un concetto che viene imposto da chi detiene il potere a chi non ce l’ha per dargli l’illusione della cooptazione. La proposta di Osborne è pericolosa in quanto, se applicata, creerebbe il precedente della creazione di cittadini di serie a e di serie b. Secondo la mentalità anglosassone insomma, i diritti umani non valgono per tutti gli esseri umani, se qualcuno non vuole accettare di allinearsi al sistema, va cancellato.

Oggi la disoccupazione nel Regno Unito si colloca intorno al 7,8 %, e i poveri stanno aumentando a dismisura. L’attuale governo di coalizione, formato da conservatori e liberal-democratici,  porta  da tempoavanti un ferrea politica di austerity contro il deficit.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top