Grecia. Alba Dorata alza il tiro e minaccia gli immigrati | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 19 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Alba Dorata alza il tiro e minaccia gli immigrati

I membri di Alba Dorata hanno alzato il tiro. Atene è sotto shock dopo che il candidato di Alba Dorata Plomaritis ha detto di “voler fare saponette con gli extracomunitari”. 

Alba-Dorata_teaser

In Grecia ora c’è davvero da preoccuparsi. Si sapeva che la marea montante neonazista aveva trovato nel paese ellenico devastato dalla crisi un ambiente ideale per proliferare, ma in tutta sincerità nessuno poteva pensare che Alba Dorata volesse spingersi così in là. Una troupe angloellenica negli scorsi giorni ha mandato in tv sul canale britannico Channel 4 un documentario proprio su Alba Dorata, e il mondo ha potuto vedere direttamente con i propri occhi la follia e la pericolosità dei neonazisti greci. Stiamo parlando del candidato greco di Alba Dorata Plomaritis, che è stato capace di dire di voler “fare saponette con gli extracomunitari presenti sul territorio greco”. E anche: “Siamo pronti a infornarli”, con insulti e minacce rivolte ai venditori pachistani ed afghani. Si tratta di frasi e di immagini raccolte dai giornalisti in oltre un mese di lavoro la scorsa estate, nel bel mezzo della fase pre-elettorale. I giornalisti hanno registrato comizi, visite nei mercati, ma anche riunioni tra i militanti neonazisti. Secondo Alba Dorata la crisi non sarebbe il risultato della degenerazione del capitalismo, bensì sarebbe figlia della presenza di tre milioni di stranieri nel paese ellenico. La loro delirante ricetta è quindi quella di deportarli immediatamente, una caccia alla streghe che ricorda la caccia all’ebreo inscenata da Adolf Hitler nella Germania della crisi economica degli anni Trenta. Secondo i membri di Alba Dorata gli immigrati altro non sarebbero che dei “buoni a nulla che bevono la nostra acqua, mangiano il nostro pane e respirano la nostra aria”, per poi epitetarli come “primitivi, subumani e contaminati”. Sempre nel documentario si vede il candidato di Alba Dorata discutere assieme ad altri militanti in un bar e incitare all’ “aprire i forni” per risolvere la situazione. Frasi gravissime che meriterebbero un pronto intervento da parte delle autorità elleniche, frasi intollerabili in un paese civile e democratico. Insomma questi neonazisti non solo sembrano trovare sempre maggior consenso, sarebbero all’11%, ma sembrano anche alzare il tiro. E la polizia ellenica sembra simpatizzare con loro piuttosto che perseguirli, cosa che invece fa puntualmente nei confronti della sinistra radicale e degli anarchici. Il rischio “Weimar” ad Atene non è mai stato così reale..

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Un commento

  1. Gli inglesi farebbero bene a filmare e promuovere quello che dicono gli immigrati muslim in inghilterra!

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top