Grecia. Arrestato il giornalista antievasione | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 27 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Arrestato il giornalista antievasione

Le autorità elleniche hanno arrestato Kostas Vaxevanis, importante giornalista d’inchiesta, dopo che sulla sua rivista Hot Doc ha pubblicato la cosiddetta “lista Lagarde”, ovvero i nomi di oltre 2000 evasori eccellenti con conti nascosti in Svizzera.

Il mondo spesso e volentieri sembra andare al contrario. La Grecia non fà eccezione dopo che la polizia ha arrestato Kostas Vaxevanis, giovane e importante giornalista di inchiesta che ha deciso di pubblicare sulla sua rivista, Hot Doc, la lista di oltre duemila evasori eccellenti, altrimenti nota come “Lista Lagarde”. Si tratta di oltre duemila cittadini ellenici che hanno conti nascosti in Svizzera e frodano il fisco; al posto che arrestare i nomi citati, la polizia ha arrestato Vaxevanis, scatenando uno stuolo di polemiche. Nella lista di Vaxevanis vi erano molti nomi eccellenti, dal portavoce del Parlamento ellenico fino a molti impiegati del ministero delle Finanze. L’articolo pubblicato su Hot Doc ha rivelato quindi la lista che l’ex ministro delle Finanze francese, Christine Lagarde, aveva dato alla sua controparte greca per favorire e promuovere dei controlli fiscali. Atene, al contrario, non ha fatto assolutamente nulla per colpire gli evasori della lista Lagarde. Venerdì il primo ministro George Papandreou ha rifiutato le accuse che sapesse qualcosa riguardo alla lista dopo che un membro di Syriza aveva accusato proprio Papandreou di aver organizzato un meeting con il capo della HSBC quando era ancora al potere. La scorsa settimana il ministro delle Finzanze, George Papaconstantinou , aveva dichiarato di aver chiesto indagini riguardo a venti greci eccellenti sospettati di mantenere larghe somme di denaro a Ginevra. Inoltre sempre Papaconstatinou avrebbe fatto notare che sarebbe stato problematico utilizzare come prova la lista, dal momento che sarebbe stata procurata con l’inganno da parte di un impiegato dela HSBC.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top