Grecia. Arrivano le Black Panthers contro il razzismoTribuno del Popolo
sabato , 22 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Arrivano le Black Panthers contro il razzismo

Un gruppo di africani residenti ad Atene ha deciso di rispondere colpo su colpo agli attacchi razzisti di Alba Dorata. Hanno scelto di chiamarsi “Black Panthers”, come il movimento  marxista afro-americano negli Stati Uniti degli anni Sessanta e Settanta. 

Photo Credit

In Grecia la vita per gli immigrati, già resa difficile dalla situazione di crisi economica, è resa ancora più difficile dal razzismo dilagante, fomentato da partiti come Alba Dorata. Anche per questo un gruppo di africani residenti ad Atene ha deciso di reagire alle continue provocazioni a sfondo razzista e ha deciso di formare un gruppo di difesa autorganizzato e chiamato in modo significativo: “Black Panthers”, la stessa sigla del movimento marxista afro-americano negli Stati Uniti tra anni Sessanta e Settanta. I neonazisti di Alba Dorata hanno più volte assaltato i banchetti dei mercati stranieri, per questo motivo le “Black Panthers” hanno cominciato a fare la guardia ai banchetti degli immigrati. Per circa due mesi, due volte a settimana, i membri delle comunità di immigrati nel Comune di Atene si sono riuniti clandestinamente in palestre o vecchi negozi, per tentare di capire come difendersi dalle ronde di Alba Dorata. Alla fine si è deciso proprio di formare le Pantere Nere elleniche, una risposta chiara a chi, come i neonazisti, vuole imporsi con la violenza. Il canale britannico Channel 4 ha girato un servizio su di loro e ha intervistato Michael Tsegos, uno dei membri della nuova organizzazione antixenofoba, il quale ha consigliato di non mettersi contro i “neri”. Le battaglie con i neonazisti nella periferia di Atene sono già una realtà, per questo organizzarsi per difendere il quartiere e i più deboli nelle comunità di migranti è diventata una priorità, ancor più che la polizia, come ha spiegato Tsegos, spesso e volentieri ha avuto ruoli di complicità nel coprire le violenze a sfondo razziale.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top