Grecia. E' la vittoria di Tsipras, ora cambierà l'Europa?Tribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Grecia. E’ la vittoria di Tsipras, ora cambierà l’Europa?

Grecia. E’ la vittoria di Tsipras, ora cambierà l’Europa?

Alla fine la “sinistra” di Tsipras ha trionfato nelle elezioni elleniche e ora tutta Europa aspetta di vedere se riuscirà  davvero a realizzare il suo ambizioso programma anti-austerity. Intanto però Alba Dorata mantiene un consenso preoccupante e scommette sul suo fallimento. Buon risultato del partito centrista moderato Ta Potami che diventa la terza forza assieme ad Alba Dorata dopo Syriza e Nuova Democrazia, mentre i comunisti del Kke anti-euro si rafforzano. 

Ce la farà davvero Alexis Tsipras a mantenere le promesse che gli hanno consentito di traghettare il suo partito, Syriza, alla vittoria nelle elezioni elleniche? E’ la domanda che si pongono in tanti innanzitutto perchè il suo programma è davvero ambizioso e, se realizzato, potrebbe davvero cambiare la natura dell’Europa. Non sarà facile però, anche perchè la Germania ha già avvertito nei giorni scorsi che non intende concedere alcuno sconto a Syriza e questo rappresenta un problema dal momento che il partito di Tsipras si troverà a dover prendere delle scelte. La vittoria di Tsipras comunque era già ampiamente prevista ma rappresenta in ogni caso una svolta dal momento che Syriza si colloca comunque a sinistra e quindi permetterà di verificare se è possibile correggere le regole dell’Unione Europea in modo vantaggioso per tutti i contraenti. Possiamo, per certi versi, dire che si tratterà di una sorta di esperimento dal momento che in Grecia si potrà verificare quanto l’Eurozona sia effettivamente riformabile. Del resto se la via di Tsipras fosse quella giusta, questo darebbe inizio a un vero e proprio effetto domino in tutta Europa dal momento che a quel punto altri partiti di sinistra teneranno di ottenere quello che ha ottenuto lui in Grecia, magari anche nella Spagna di Podemos o in futuro in Italia. Ma non è detto che la via di Tsipras sia quella giusta, non è detto che l’Europa sia riformabile quindi comunque la sua si configura come una “scommessa”. Syriza ha annunciato di non voler vedere la Grecia fuori dall’Europa, di non volere lo “strappo” e questo le ha consentito di rassicurare l’elettorato moderato ellenico, spaventato dalle conseguenze della vittoria della sinistra radicale in un Paese dipendente dai prestiti concessi dalla Bce. La via scelta ha permesso a Syriza di conseguire un risultato straordinario consentendogli di sgretolare i consensi del centrosinistra moderato del Pasok, caduto in disgrazia con la crisi, e di diventare da partito di opposizione a partito di governo. Ma cosa succederà se la Germania e l’Eurozona punteranno i piedi? Syriza medierà, snaturando se stessa oppure avrà il coraggio a quel punto di procedere verso lo “Strappo”? E in quel caso non avrà perso credibilità a favore di altri partiti antisistema come Alba Dorata?

Eh sì, perchè è proprio questo a nostro giudizio il punto. Se Syriza dovesse fallire e non riuscire a riattivare la crescita e a interrompere l’austerity ecco che il malcontento popolare derivante da questo fallimento potrebbe andare a gonfiare i consensi dei neofascisti di Alba Dorata, che hanno confermato gli stessi consensi del 2012 (intorno al 7%). E’ su questo che scommettono anche i comunisti del Kke che hanno individuato proprio nell’Europa il vulnus da curare e propongono l’uscita del Paese dall’Eurozona al contrario di Syriza. E’ stato questo uno dei motivi che ha portato il Kke alla scelta di correre da solo alle elezioni e i comunisti ellenici hanno visto confermare i consensi del 2012 e persino rafforzarli (intorno al 5.2% contro il 4,5% del 2012). Chiaramente nel caso Syriza dovesse constatare l’irriformabilità dell’Europa, ecco che la linea scelta del Kke potrebbe premiare in termini elettorali, proponendo una alternativa più che valida agli ex elettori delusi di Syriza e ai cittadini ellenici antisistema altrimenti potenziale elettorato di Alba Dorata. Viceversa se Tsipras al contrario dovesse riuscire con il suo riformismo radicale, ecco che i comunisti ellenici potrebbero essere accusati di settarismo. Proprio i neonazisti di Alba Dorata infatti hanno dichiarato di sperare nella vittoria di Syriza per poi attendere il suo fallimento e conquistare i voti dei delusi, un’ombra sinistra che non viene dissipata nemmeno dal fatto che tra un mese andranno a processo tutti i vertici del partito di estrema destra per rispondere di varie incriminazioni. Sorride invece Ta Potami, partito moderato nato dalla società civile che si afferma come terza forza del paese con il 7% confermando quindi la voglia di nuovo del paese ellenico.

Intanto a poche ore dalla vittoria di Tsipras già la Germania e la Bce hanno avvisato Atene di rispettare gli impegni a mostrare quanto sarà difficile per il 40enne Tsipras riuscire a invertire la tendenza dell’austerity. Samaras, il grande sconfitto di Nuova Democrazia, accusa Syriza di aver vinto per aver impostato un programma che va contro tutti gli sforzi fin qui effettuati dal popolo ellenico e la sensazione è che paradossalmente saranno in molti a sperare nel suo fallimento anche perchè se Tsipras dovesse riuscire dimostrerebbe che la via dell’austerity non era affatto l’unica possibile e di conseguenza tutti i politici europei che hanno accettato l’austerity a tutti i costi perderebbero ogni credibilità di fronte ai rispettivi elettorati, con conseguenze potenzialmente rivoluzionarie per tutta l’Ue. Tsipras ha continuato a ribadire lo slogan “basta austerity” e la necessità di rinegoziare il debito, niente di più giusto però inevitabilmente dovrà a questo punto rendere conto ai cittadini di un eventuale fallimento. Nei prossimi giorni comunque, sicuramente, ne vedremo delle belle. Secondo molti analisti Tsipras dovrà comunque venire a compromessi non potendo realizzare in “toto” il programma, bisognerà vedere quanto ne realizzerà.

Gb

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top