Grecia. Le morti silenziose di chi non ce la fa | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Le morti silenziose di chi non ce la fa

Secondo le statistiche pubblicate da Ue e Ocse in Grecia nel 2010 ci sarebbero stati tre suicidi ogni 100.000 abitanti. Ma nel 2011 i suicidi sono aumentati del 37%.

GREECE-FINANCE-ECONOMY-DEMO

La Grecia è un paese in ginocchio, un Paese in crisi economica e sociale dove per la crisi si muore per davvero. A molti però non interessa, anzi cinicamente si suggerisce che i greci abbiano vissuto ben al di sopra delle loro possibilità per anni. Sicuramente però la maggior parte delle persone per bene, che ha sempre pagato le tasse, è quella che maggiormente subisce la situazione di disagio economico. A destare particolare preoccupazione sono i suicidi, in netto aumento nel paese ellenico negli ultimi due anni proprio a causa della crisi economica. Secondo le statistiche pubblicate da Ue e Ocse in materia di sanità pubblica relativamente al 2010 infatti, in Grecia in quell’anno si sarebbero registrati tre suicidi ogni 100.000 abitanti, la cifra più bassa di tutta l’Ue. Già nel 2011 però le cose sono cambiate radicalmente, con il ministero dell’Ordine pubblico che tra il 2009 e il 2011 ha rilevato che il numero dei suicidi è aumentato del 37%, un aumento  da mettere in diretta relazione con la crisi economica. I dati, suddivisi per regioni, sono stati rivelati dal ministro dell’Ordine Pubblico Nikos Dendias, che ha risposto ad un’interrogazione parlamentare dei deputati radicali Stathis Panagulis e Nasos Athanasiu sul fenomeno dei bambini denutriti e dei suicidi in Grecia.Dal 1° gennaio del 2009 al 23 agosto del 2012, sono stati registrati nel paese 3.124 suicidi: 677 nel 2009, 830 nel 2010, 927 nel 2011 e 690 fino al 23 agosto del 2012 (non sono stati ancora forniti i dati dell’intero anno). Nella zona di Attica  fino allo scorso agosto sono stati registrati tra tentativi falliti di suicidio e suicidi un totale di 1.047 casi. Come se non bastasse sono molte le famiglie greche che preferiscono evitare di dichiarare i suicidi per proteggere la memoria dei defunti e non aver problemi con la chiesa ortodossa, quindi il numero finale potrebbe essere assai più alto.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top