Grecia. Militanti del Pame bloccano il Ministero delle Finanze ad AteneTribuno del Popolo
domenica , 26 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Militanti del Pame bloccano il Ministero delle Finanze ad Atene

Più di 200 manifestanti del sindacato ellenico PAME hanno bloccato l’ingresso del palazzo del ministero delle Finanze ad Atene per protestare contro le riforme finanziarie volute dal governo e imposte dall’Europa. 

La luna di miele tra Tsipras e i greci, ammesso che ci sia mai stata, sembra essere perlomeno relegata al passato. Negli ultimi tempi infatti da più parti nella società ellenica si sono originate proteste contro il governo e le riforme economiche imposte dall’Ue, ancor più che l’ennesimo piano di tagli e riforme si palesa all’orizzonte. Circa 200 militanti del sindacato PAME hanno bloccato l’ingresso al ministero delle Finanze ellenico ad Atene proprio per protestare contro le riforme finanziarie. Il PAME ha quindi realizzato un gesto dalla forte carica simbolica e alcuni manifestanti avrebbero persino bruciato una bandiera dell’Ue (Fonte RT). Insomma, il sindacato ha invitato lavoratori, studenti e pensionati a prendere parte assieme alle proteste contro le misure introdotte dal governo che vengono considerate contro i lavoratori. Il PAME ha quindi chiesto a tutti i lavoratori di prendere parte alle dimostrazioni di questi giorni per segnalare come la decisione sia stata presa senza consultare il governo. Inutile poi ricordare che il sentimento di ostilità nei confronti dell’Unione Europea sta montando ormai da diverso tempo, tanto da sinistra quanto da destra. Il PAME, sindacato vicino al Partito Comunista ha occupato già altre volte il ministero delle Finanze ad esempio nel giugno 2015 quando 200 persone invasero il palazzo durante una grande manifestanzione antigovernativa.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top