Grecia. Occupati i Ministeri per evitare i licenziamenti | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Occupati i Ministeri per evitare i licenziamenti

In Grecia stanno continuano le occupazioni di Ministeri e altre sedi istituzionali per impedire che vengano compilate le liste dei dipendenti pubblici da licenziare. 

Continua senza interruzioni la protesta dei dipendenti delle Autonomie locali in Grecia per protestare contro i licenziamenti ormai imminenti che stanno per essere preparati da comuni e regioni. In sostanza starebbero per essere compilate le liste degli impiegati da destinare alla mobilità, e quindi la messa in cassa integrazione. La compilazione di dipendenti pubblici destinati al licenziamento rientra nelle condizioni considerate indispensabili dalla troika (Fmi, Ue e Bce) per dare via libera alla concessione della nuova tranche di aiuti da 31,5 miliardi di euro alla Grecia. E’ ormai circa una settimana che le proteste vengono mandate avanti dagli iscritti alla Poe-Ota, il sindacato del settore. I lavoratori la scorsa settimana avevano impedito al pubblico l’ingresso negli uffici delle Autonomie locali in oltre 253 sedi comunali e regionali. Anche nella giornata di oggi i lavoratori delle Autonomie locali hanno deciso di indire un’astensione dal lavoro dalle 11,00 sino a chiusura.  In stato di agitazione si trovano anche i dipendenti  di alcuni ministeri che vogliono impedire l’invio al ministero della Riforma Amministrativa dei dati che riguardano i lavoratori ritenuti in eccesso.A tutt’oggi risultano ancora occupate le sedi dei ministeri dello Sviluppo agricolo, dell’Ambiente, della Sanità e della Marina Mercantile, mentre sono in corso assemblee generali per decidere le forme di lotta da attuare.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top