Grecia. Oggi davanti ai giudici il leader di Alba DorataTribuno del Popolo
lunedì , 24 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Oggi davanti ai giudici il leader di Alba Dorata

Nikos Mihaloliakos, il leader del partito di estrema destra greco Alba Dorata, si presenterà oggi davanti ai giudici nel quadro dell’operazione che ha portato agli arresti di 22 persone dopo l’assassinio dell’artista Pavlos Fyssas. Sotto accusa i legami tra Alba Dorata e la polizia. 

Photo Credit

Ci siamo, Nikos Mihaloliakos, leader di Alba Dorata, comparirà proprio oggi davanti ai giudici inquirenti dopo essere stato arrestato assieme ad altre 22 persone nell’ambito dell’inchiesta aperta a seguito del vergognoso assassinio di Pavlos Fyssas per mano di una squadraccia fascista. Ben quattro parlamentari di Alba Dorata si erano già presentati in aula nei giorni scorsi per le udienze preliminari, e oggi sarà il turno di Mihololiakos, chiamato a rispondere anche delle accuse di omicidio aggressione e riciclaggio. Dopo aver ascoltato le ragioni della difesa, è previsto che il giudice stabilisca se concedere la libertà su cauzione o disponga la carcerazione oltre al rinvio a giudizio dell’imputato. Intanto già tre deputati di Alba Dorata su sei di quelli arrestati nel week-end sono stati rimessi in libertà dal giudice secondo quanto riferito dalla Tv-Mega. I tre deputati non potranno comunque lasciare il Paese, mentre Yannis Lagos rimarrà in carcere. Continua comunque l’indagine volta a mettere in luce i legami tra Alba Dorata e la polizia ellenica, da sempre collusa con i neonazisti greci. Anche per questo è stato arrestato l’ex comandante di polizia di un popolare quartiere di Atene. Costui è stato accusato di aver coperto i militanti di Alba Dorata dopo i loro vergognosi assalti squadristi agli stranieri, e di aver addirittura favorito la caccia ai clandestini da parte dei neonazisti. Addirittura, secondo una fonte di sicurezza, sarebbe sospettato di avere ostacolato gli immigrati che denunciavano gli abusi degli estremisti di destra. Sull’ex comandante pesano capi d’accusa pesanti, come “abuso di potere”, “falsa testimonianza”, “commercio d’armi”.  Si tratta ormai del quarto poliziotto greco arrestato in pochi giorni per legami oscuri con Alba Dorata, e presto potrebbero seguirne altri mentre già a decine si sono dimessi o sono stati sospesi per lo stesso motivo. Ad Atene si cerca in qualche modo di rendere la vita difficile ad Alba Dorata dopo l’assassinio di Fyssas, sempre più un partito che si configura come una vera e propria organizzazione eversiva e criminale.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top