Grecia. Tsipras accusa: "Qualcuno sabota l'accordo"Tribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Tsipras accusa: “Qualcuno sabota l’accordo”

C’è qualcuno che non ha interesse nel trovare l’accordo con Atene. Questa l’accusa grave di Alexis Tsipras che, secondo Bloomberg, ha riferito come i creditori non accettino alcune proposte elleniche, in particolare quella sul congelamento del debito. Ci sarebbe qui nel Fondo Monetario Internazionale qualcuno che avrebbe interesse al mancato accordo per la permanenza della Grecia nell’Ue.

Accuse molto pesanti quelle formulate dal premier ellenico Alexis Tsipras alla volta dei creditori internazionali, ancor più perchè arrivano in un momento in cui regnava un sostanziale ottimismo circa il raggiungimento di un accordo per il debito di Atene. Bloomberg ha riferito che Tsipras avrebbe detto chiaramente ai membri del suo governo che i creditori internazionali non accetterebbero alcune proposte greche. In particolare sarebbe indigesta la proposta sul congelamento del debito per evitare il default. “La non approvazione delle misure compensative non è mai accaduta prima. Nè in Irlanda nè in Portogallo, in nessun posto“, ha detto Tsipras, palesando così il timore che esista qualcuno che abbia degli interessi nello speculare sulla crisi greca. E infatti dopo l’ottimismo dei giorni scorsi oggi in Europa sono in molti quelli che frenano circa la possibilità di un accordo, in particolare anche il presidente dell’Eurogruppo  Jeroen Dijsselbloem, che ha ammesso chiaramente come ci sia ancora molto lavoro da fare. Ora tutto rimane come sospeso in attesa delle prossime ore quando l’Eurogruppo deciderà le prossime mosse e potrebbe finalmente sbloccare gli aiuti entro il prossimo 30 giugno. Insomma la situazione sembra essere molto ma molto delicata dato che Tsipras deve fare attenzione anche alla fronda interna a Syriza dove molti sarebbero per nulla soddisfatti della “distensione” tra Ue e governo. Del resto la possibilità del Grexit rimane eccome, e infatti l’agenzia ormai tristemente nota di Standard&Poor’s contempla eccome lo scenario di una uscita di Atene dall’euro. Cosa questo potrebbe comportare per la tenuta di tutta l’impalcatura europea rimane per il momento un mistero, anche se molti pensano che l’uscita di Atene potrebbe innestare un vero e proprio effetto domino che investirebbe anche paesi come l’Italia e poi la Spagna. Insomma una bella gatta da pelare per Tsipras che può perlomeno stare certo di avere dalla sua parte la maggioranza dei cittadini ellenici, letteralmente esausti e stanchi delle politiche di austerity che hanno depresso e impoverito il Paese.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top