Grecia. Unicef suona l'allarme: 30% dei bambini sotto la soglia di povertàTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grecia. Unicef suona l’allarme: 30% dei bambini sotto la soglia di povertà

L’Unicef suona l’allarme sulla situazione della Grecia: sarebbero oltre 600.000 i bambini che vivono sotto la soglia di povertà.

Photo Credit

La situazione della Grecia è quella di un paese allo stremo,  un paese che ha applicato alla lettera le misure di austerità prima suggerite e poi imposte dalla Troika, un Paese che ha visto polverizzarsi decine di migliaia di posti di lavoro, piombando nella recessione prima e nella povertà poi. Economisti e governi continuano a parlare con cinismo di paesi come la Grecia, osservando la crisi solo da un mero aspetto numerico, ignorando che dietro i bilanci e di debiti ci sono i volti delle persone, persone che senza lavoro rischiano di sprofondare nella miseria più nera. A suonare il campanello d’allarme ci ha pensato il Comitato ellenico dell’Unicef (il fondo dell’Onu per l’infanzia), secondo cui circa 600.000 bambini vivono ormai al di sotto della soglia di povertà o deprivati dei fondamentali requisiti per vivere una vita normale. Ma il problema non è finito qui, con l’emergere della crisi anche la delinquenza minorile sta aumentando sempre di più. Solo per fare un esempio i reati commessi tra i 9 e 13 anni nel solo 2011 sono cresciuti del 58%. Il quadro è ulteriormente aggravato dal fatto che senza interventi reali da parte del governo di Atene sarà molto difficile migliorare le condizioni di vita dell’infanzia, e le cose rischiano di andare sempre peggio.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top