Grillo a deciso: tutto a destraTribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grillo ha deciso: tutto a destra

Ormai non ci sono più dubbi il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo ha svoltato decisamente e convintamente a destra. E se eravate ancora perplessi i recenti sviluppi sull’immigrazione dovrebbero bastare per tutti..

Negli ultimi anni in cui Grillo e il Movimento Cinque Stelle sono entrati con prepotenza nella vita politica del Paese si è sviluppato un dibattito molto intenso volto a chiarire la vera natura di questo nuovo movimento che non è un partito e che ambisce a rivoltare l’Italia come un calzino. Il movimento del comico genovese si è mostrato come un movimento antisistema, almeno in teoria, e sempre in teoria nè di destra nè di sinistra. Sulla carta però perchè dopo un paio di anni ormai siamo riusciti molto bene a capire che cos’è il Movimento Cinque Stelle, e ci siamo riusciti non perchè siamo dei veggenti, ma perchè ci siamo limitati a osservare che cosa hanno detto e fatto Grillo e la Casaleggio. Innanzitutto il Movimento Cinque Stelle non è un movimento democratico, non lo è perchè la parola di Grillo vale più di quella degli altri, non lo è perchè chi sbaglia va fuori, un pò come con Briatore nel reality del “sogno”. Casaleggio e Grillo sono i padri padroni, tutto il resto è marketing, è un orpello per convincere italiani esasperati e stanchi che il Movimento sia per la rivoluzione. Peccato che il Movimento rinneghi ogni identità ideologica e si limita a esporre punti programmatici di buon senso, peraltro già presenti ad esempio in molti partiti di sinistra, ma che non sono mai stati tramutati in proposte compiute, mai trasformati in proposte reali da portare avanti con la collaborazione di altri movimenti politici. Eh sì perchè uno dei motivi che ci spingono a dubitare di Grillo e del suo movimento è che non vogliono assolutamente collaborare con nessuno per realizzare i punti del loro stesso programma. Piuttosto che realizzarli assieme ad altri, ma realizzarli, preferiscono non fare nulla, preferiscono far andare avanti Berlusconi e soci, un gioco vergognoso fatto sulla pelle degli italiani. E se li offendi, i grillini, loro ti dicono che i parlamentari li hanno scelti con le votazioni online, cioè stanno confermando che i loro parlamentari spesso hanno ricevuto voti da meno di cento persone su internet che li hanno votati sulla base di spesso agghiaccianti video di promozione. Una immane presa per i fondelli mediatica che serve a mascherare quelle che sono le vere finalità del Movimento Cinque Stelle che emergono ogni tanto quasi per caso quando parlano i suoi capi. Ricorderete Grillo e la sua posizione agghiacciante sul fascismo, ritenuto una cosa ormai passata come l’antifascismo, ricorderete la sua apertura a Casa Pound, e non ultima la posizione da estrema destra combattente nei confronti dell’immigrazione. Il recente incidente sul reato di clandestinità, con Grillo che nel suo post ha sconfessato con toni bonapartisti i due portavoce dei senatori a Cinque Stelle che hanno votato la sua abolizione, ha mostrato il vero volto di Grillo e Casaleggio che non intendono in alcun modo cambiamenti di rotta rispetto ai propri programmi. Del resto il loro obiettivo è ottenere i voti dell’elettorato medio del centrodestra, ormai sbandato dopo la fine del berlusconismo. Quindi perchè non prendere posizione contro gli extracomunitari? Tanto è gratis, costa poco, e porta voti. Ma dato che in Italia qualche antifascista c’è ancora, noi non ci stancheremo mai di far notare le incongruenze del Movimento Cinque Stelle. 

Gracchus Babeuf

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/lucaxino/8475842371/”>LucaXino</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top