Grillo, i grillini e le donne | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 28 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grillo, i grillini e le donne

Il Movimento 5 Stelle fa un’altra vittima, un’altra donna: l’assessore allo Sport e all’Ambiente del Comune di Mira, provincia di Venezia. Il suo nome è Roberta Agnoletto e, appena comunicato il suo stato interessante, riceve la sorpresa. “Mi hanno tolto le deleghe perché sono incinta”, denuncia l’ex assessore.

GRILLOS

Fonte: Rivoluzionecivile.it

E la notizia, ovviamente, finisce su tutti i giornali. “E’ necessario rivedere le deleghe alla luce del carico di lavoro maggiore degli ultimi tempi e la Agnoletto è effettivamente poco presente”: questa la motivazione addotta. Riposo forzato, insomma, giustificato da presunta poca presenza.

Ma il terremoto che scuote le fondamenta dell’amministrazione grillina lascia sul campo altri due assessori, considerati vicini o solidali alla collega messa alla porta, e a quanto pare anche loro “poco presenti”. Il sindaco Alvise Maniero ritira le deleghe a Michele Gatti, responsabile di Bilancio, Tributi e Polizia locale, e Orietta Vanin, addetta alla Scuola e Pari opportunità. “La città ha bisogno di assessori che siano presenti tutto il giorno per servire il popolo – spiega il primo cittadino – e queste persone non sono in grado di assicurare una copertura costante”.

Che il rapporto fra comico genovese e il mondo femminile sia particolare non è una novità e se ne era parlato tanto già tre mesi fa. A portare il tema alla ribalta era stato il siluramento da parte del Movimento 5 Stelle di Federica Salsi, giovane consigliere comunale a Bologna “colpevole”, si fa per dire, di aver osato partecipare ad una trasmissione televisiva. Il problema non era stato solo l’estromissione, ma le parole con cui era stata accompagnata: “i talk show sono il vostro punto G”, aveva tuonato Grillo tirando fuori un topos che, nel 2013, non ci si aspettava davvero di ritrovare d’attualità (e salvo poi smentirsi, visto che ha clamorosamente accettato un invito a Skytg24).

Pronta era scattata la rivolta delle donne contro il capo maschilista, accusato di “essere peggio del Cavaliere”, in quanto a considerazione dell’altra metà del cielo.

Da allora sono passati tre mesi e mezzo. Ma il gesto va subito alla brutta abitudine di molti datori di lavoro di scaricare le mamme in vista del lieto evento. Forse un uomo potrebbe accontentarsi della spiegazione data dalla Giunta a 5 Stelle, ma una donna sa. Una donna sa che, ai colloqui, spesso oltre al curriculum lavorativo, chiedono il curriculum “sentimentale”: “sei sposata?”, “hai figli”, “vorresti averne?”. Una donna sa che, se ha un figlio, la possibilità di trovare lavoro si riduce di oltre la metà. Una donna assunta a tempo indeterminato sa bene che la notizia della sua gravidanza, probabilmente, verrà accolta con un sorriso formale, sbuffi alle spalle e chissà…

Le donne lo sanno, chiedetegli cosa ne pensano. A Grillo diciamo solo una cosa: errare è umano, perseverare è diabolico.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=nPm78ruLje4&w=560&h=315]

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top