Grillo-Le Pen: "convergenze pericolose"Tribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Grillo-Le Pen: “convergenze pericolose”?

Secondo diverse indiscrezioni nei giorni scorsi ci sarebbero stati punti di contatto tra il Movimento Cinque Stelle e il Front National di Marine Le Pen in vista delle Europee 2014. Lo sostiene “Il Giornale”.

E poi non chiamateli di destra. Il Movimento Cinque Stelle da tempo continua a definirsi nè di destra nè di sinistra ma hanno fatto discutere le prese di posizione di Beppe Grillo e altri esponenti del suo Movimento, vedi l’ “apertura” a Casa Pound o le posizioni da estrema destra del M5S riguardo all’immigrazione. Ora inevitabilmente farà discutere l’incontro avvenuto venti giorni fa tra un deputato del Front National francese di Marine Le Pen (estrema destra) con Gianroberto Casaleggio in Piemonte. La fonte che ha riportato di questo incontro è “Il Giornale”, e il quotidiano ha anche spiegato che la Le Pen stima personalmente Grillo e, in vista delle elezioni Europee 2014, starebbe lavorando per costruire un fronte comune dei movimenti anti-euro. La Le Pen in Italia non guarda tanto ai partiti dell’estrema destra che sono fortunatamente elettoralmente irrilevanti, ma guarderebbe proprio al Movimento Cinque Stelle. Del resto i punti di contatto tra il programma del Front Nationale  e il Movimento non sono pochi, basti pensare che anche la Le Pen ha recentemente tuonato: “Noi non siamo nè di destra nè di sinistra“, uno slogan già sentito con la Le Pen pronta persino a querelare quanti definiscono di estrema destra il suo partito. Entrambi i partiti sono contro l’Europa dei “tecnocrati”, contro le banche, contro l’euro e contro le politiche di austerity e la cittadinanza facile. Ricorderete proprio Grillo tuonare sulla cittadinanza: “Senza senso darla ai figli di immigrati nati in Italia“.  L’obiettivo del Fn, secondo il Giornale, sarebbe quindi quello di creare un fronte comune in vista delle elezioni Europee per formare un gruppo parlamentare a Strasburgo. Tempo fa Marine Le Pen era stata intervistata dai microfoni italiani di La7, e aveva avuto solo complimenti per Grillo: “In Italia non c’era un solo partito critico con l’Europa, Grillo ha riempito questo vuoto in Italia. Sono d’accordo con lui sulla nazionalizzazione delle banche e sul referendum per uscire dall’euro, anche io l’ho proposto”, e ancora, “i nostri staff sono in contatto. Il mio referente per le questioni europee mi ha detto che stava aspettando la telefonata di uno dei responsabili del M5S. D’altronde, perché aspettare? Ci attende una responsabilità storica. Le forze euroscettiche devono incontrarsi”. Per dovere di cronaca bisogna però ricordare che Grillo ha smentito seccamente ogni contatto con la Le Pen, anche se il “Giornale” la spara grossa tirando fuori un personaggio storico dell’estrema destra italiana, Jonghi Lavarini, il quale sarebbe in contatto con il Fn e sarebbe pronto a smentire Grillo: “Sono incontri interlocutori, ma ci sono. Non solo con il M5S, la Le Pen ha sondato anche Tosi e Samorì. Ma ripeto, l’interesse principale è per i Cinque stelle. D’altronde i referenti storici del Msi a Genova, da Gianni Plinio, Giorgio Bornaccin e Franco Marenco, raccontano che Grillo frequentava le manifestazioni del Msi a Genova. E Borghezio assicura che Casaleggio fosse un leghista”.  Sarà vero o sono solo le speranze del quotidiano di destra che il Movimento Cinque Stelle diventi l’anima nera italiana?

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/ernest-morales/2459165219/”>Neno°</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Un commento

  1. GeertWilders4president

    Non può funzionare. Le Pen è una persona dalle idee chiare, con una posizione politica been precisa, mentre Grillo è un confusionario che non sa neppure cosa vuole.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top