Grillo: "Porteremo avanti guerriglie democratiche"Tribuno del Popolo
martedì , 17 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Grillo: “Porteremo avanti guerriglie democratiche”

Grillo: “Porteremo avanti guerriglie democratiche”

Il leader del Movimento 5 Stelle attacca le riforme che il Governo vorrebbe portare avanti, ma non chiude del tutto la porta per un dialogo.

Fonte: Oltremedianews

L’Italia è in crisi, si sa. Le istituzioni e la politica hanno perso credibilità, si sa. Ma allo stesso tempo bisogna pur cercare di ripartire. Ed ecco perché le riforme bisogna portarle a termine. Che sia in nome delle larghe intese o per il tanto conclamato “bene del paese”.

La scelta di Renzi di dialogare spesso, come successo per la riforma della legge elettorale, con Berlusconi, e l’ostruzionismo prevenuto del Movimento 5 stelle non possono che essere dannosi al processo di rinnovamento della politica italiana. Si era parlato di alleggerimento della burocrazia, di riforma elettorale e di riforma della giustizia. Ma, a cinque mesi dall’insediamento del Premier a Palazzo Chigi, si è visto ben poco. Nessuna delle riforme ha ancora visto la luce ed uno dei pochi punti a favore per l’attuale Governo è stato lo smaltimento della Costa Concordia, sbandierato negli ultimi giorni come un successo epocale. Che nessuno voglia togliere i meriti di tale opera, per carità, tuttavia noi italiani vorremmo vedere risultati più concreti riguardo le tanto evocate riforme.

Proprio su questo fronte, dopo un immobilismo imbarazzante, sembra esserci speranza di dialogo fra le due maggiori forze politiche, che permetterebbero di portare a termine almeno la legge elettorale, appurato che il vecchio Porcellum è stato dichiarato incostituzionale. Stiamo ovviamente parlando di un dialogo tra PD e M5S. Il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, M5S, ha incontrato il Premier Renzi, e questo sembra non aver turbato il leader del Movimento Beppe Grillo.

“Lui è l’emblema della politica onesta” queste sarebbero state le parole pronunciate da Grillo in riferimento a Di Maio. Per quanto riguardo la riforma del Senato, Grillo l’ha definita contro la democrazia e ha spiegato che se non si farà ostruzionismo, entro agosto il Governo “combinerà cose incredibili”. Inoltre il leader del Movimento ha chiamato a raccolta colleghi, artisti, intelletuali e persone che sappiano di Costituzione per poter fermare l’opera del Governo.

Ci vuole pazienza, sul cantiere del rinnovamento del nostro paese è stato affisso un cartello di “lavori in corso”, e, come spesso succede in Italia, i lavori si stanno rivelando più complicati e lunghi di quanti non si fosse pensato. Noi italiani attendiamo, sicuramente fiduciosi, ma anche consapevoli dei soggetti politici che animano la scena del nostro paese.

Danilo Di Trani

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top