Guerra Mondiale? Per Chomsky il rischio è serioTribuno del Popolo
venerdì , 21 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Guerra Mondiale? Per Chomsky il rischio è serio

Fin quando sono analisti o articoli di giornale a parlarne resta sempre il dubbio che siano semplici sparate, ma quando anche personaggi come Noam Chomsky iniziano a parlare seriamente di rischio di una guerra globale, ecco che forse bisognerebbe davvero fermarsi cinque minuti a riorganizzare le idee.

Recentemente l’intellettuale americano Noam Chomsky ha concesso una brillante intervista a Patricia Lambroso su “Il Manifesto”. Chomsky è da sempre molto critico nei confronti degli Stati Uniti e della loro politica estera, e infatti nelle dichiarazioni rilasciate al quotidiano ha confermato la sua linea parlando con preoccupazione dell’accerchiamento in corso ai confini della Russia da parte della Nato e degli Usa: “Ma gli Stati Uniti potrebbero mai accettare sui propri confini quanto sta avvenendo su quelli della Russia?”. Una domanda più che lecita quella posta da Chomsky che ha anche detto in modo molto chiaro di vedere seri rischi dell’aggravarsi di scontri e tensioni tra i paesi della sfera di influenza di Mosca e quelli di Washington. In effetti la domanda dell’intellettuale americano è quella essenziale per capire il double standard che orienta la politica estera americana. Come reagirebbero infatti gli americani se venissero dispiegati dei missili in Messico da parte della Russia? Ecco perchè Chomsky ha detto chiaramente alla Lambroso di ritenere il recente potenziamento della Nato ai confini della Russia come “una provocazione geopolitica molto pericolosa”. Ad esempio Chomsky ha individuato nel recente abbattimento del jet russo da parte della Turchia uno dei possibili incidenti che potrebbero portare improvvisamente a un confronto di tipo nucleare. “Il rischio di una guerra mondiale è molto serio”, ha anche aggiunto, ma la sensazione è che l’opinione pubblica in America ed Europa sia troppo intorpidita per ascoltare i campanelli d’allarme provenienti da personaggi come Chomsky, che come troppo spesso accade, parlano inascoltati .

Tribuno del Popolo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top