Hayao Miyazaki annuncia il ritiroTribuno del Popolo
venerdì , 21 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Hayao Miyazaki annuncia il ritiro

Stavolta non scherza, il noto regista, e a Tokio conferma quanto già dichiarato a Venezia: si ritira dal mondo dell’anime.

Fonte: Oltremedianews

Il film in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, Kaze tachinu (S’alza il vento), sarà il suo ultimo lavoro, aveva annunciato pochi giorni fa il Presidente dello studio Ghibli, Koji Hoshino, e tutto è stato confermato da Miyazaki in una conferenza stampa svoltasi a Tokio.

Questa volta è vero” ha assicurato, ironizzando sulle molteplici dichiarazioni del genere già rilasciate anni fa (il primo annuncio risale all’uscita di Laputa, il castello nel cielo del 1986!); pur amando il mestiere dell’animatore, il lavoro da regista non farebbe più per lui, essendo diventato troppo impegnativo.

Per realizzare un film di animazione come quello presentato a Venezia ci sono voluti 5 anni di impegno, “se pensassi a uno nuovo, ci vorrebbero altri sei o sette di anni per completarlo, quando tra pochi mesi di anni ne avrò 73. Quindi, vorrebbe dire avere 80 anni”.

Cosa farà ora? “Voglio essere libero” ha detto il regista davanti ai 600 giornalisti della conferenza stampa, “tuttavia, fino a quando potrò guidare la mia auto per andare in studio, andrò. Quello che vorrò fare lo farò”.

Alle richieste di chiarimenti dei giornalisti, con la sua consueta ironia, si è sfilato gli occhiali e curvato sul tavolo simulando come è costretto a disegnare ora: “Non è più comodo“!

Oppure, ipotizza sorridendo Miyazaki, ci sara la possibilità di collaborare con il Museo Ghibli (il museo dedicato alle opere dello Studio omonimo) come attrazione vivente!

Non precisamente una vita da pensionato, quindi, ma un po’ di meritato riposo: Miyazaki, dopo una carriera cinquantennale, l’Oscar nel 2003 per La città incantata, il Leone d’Oro alla carriera a Venezia nel 2005, e film come Il Castello Errante di HowlPrincipessa MononokePonyo sulla scogliera, e moltissimi altri, abbandonerà la regia, certo, ma non smetterà di dedicarsi al settore dell’animazione.

Giorgia Pratesi

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top