I Brics si incontrano in Brasile per pianificare il futuroTribuno del Popolo
venerdì , 28 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

I Brics si incontrano in Brasile per pianificare il futuro

I Brics, ovvero Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica, si incontreranno nelle prossime ore a Fortaleza, in Brasile per il sesto meeting dell’organizzazione. Qui si decideranno i dettagli in vista della nascita della Banca per lo sviluppo voluta dai Brics, la cui sede potrebbe essere a Shangai. Il tutto per il nervosismo, nemmeno troppo celato, degli Stati Uniti. 

I Brics erano la speranza del mondo, almeno ce li hanno presentati così sul nascere del XXI secolo come una speranza possibile al posto dell’egemonia americana. Purtroppo però i Brics sono ancora molto lontani dal rappresentare il futuro, questo perchè il presente, ovvero gli Stati Uniti, ancora non vogliono rassegnarsi a cedere il testimone.  Anzi, i media sembrano essere particolarmente mobilitati proprio contro i Brics, che se ci fate caso negli ultimi dieci anni sono stati attaccati in modo capillare, dalla Russia fino a Cina, Brasile e Sudafrica. Insomma l’Occidente attacca i Brics nel disperato tentativo di mantenere una egemonia culturale ed economica che si sta sgretolando, ma i Brics non mollano e continuano a pianificare il futuro, consapevoli che appartiene a loro. Anche per questo domani e dopodomani si incontreranno a Fortaleza, in Brasile, i capi di Stato dei Brics per il sesto meeting dell’organizzazione. Si terrà in Brasile dove si sono appena disputati i Mondiali di calcio che hanno visto i media occidentali provare un disperato attacco al governo di Dilma Rousseff, accusata di aver speso soldi per gli stadi togliendoli alla spesa sociale senza uno straccio di prova e da paesi che hanno già da decenni completamente azzerato la spesa sociale rispetto al Brasile. L’incontro avviene in un momento di contrapposizione globale con la Russia attaccata da più parti per la questione ucraina, dove in realtà sembra essere proprio l’Occidente che ha preparato il caos per i propri fini. . Come concordato nell’ultimo summit di Durban, in Sudafrica, il meeting brasiliano servirà a definire nuovi dettagli in vista della nascita della Banca per lo sviluppo del gruppo, la New Development Bank (Ndb). Quasi certamente la sede della banca sarà a Shangai, in Cina, e proprio la Cina e la Russia ultimamente hanno stretto legami importanti con America Latina e Centrale; sarà per questo che la Nato ha alzato i toni in Europa dell’Est? Non solo. I media occidentali continuano a raccontare che i Brics hanno rallentato la loro crescita, mentre invece la crescita media sarà del 5,4%, la metà del tasso di sette anni fa, ma pur sempre meglio, molto meglio, del blocco Occidentale. Anche la Russia sembra in difficoltà con una crescita prevista dello 0,5%, ma la Russia è ormai da anni sotto attacco finanziario ed economico da parte di Ue e Stati Uniti. Il nuovo istituto comunque conterà su un capitale di oltre cinquanta miliardi più altri cento destinati ai piani di intervento, tutto denaro che verrà versato in parti uguali mentre di quello destinato agli interventi 41 miliardi arriveranno da Pechino (anche per questo gli esperti ritengono che la sede sarà fissata nella capitale finanziaria del dragone), 5 miliardi dal Sud Africa e 18 miliardi da Russia, India e Brasile. Se questa è la posta in gioco, ben si comprende il nervosismo della Casa Bianca.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top