Gli alimenti che nessuno dovrebbe mangiare perchè dannosi per la salute

10 cibi da evitare assolutamente

Da diversi studi di esperti in alimentazione, è risultato che mangiare male aumenta il tasso di mortalità. Nutrire il proprio organismo (e quello dei nostri bambini) con cibo spazzatura potrebbe portare oltre che all’obesità anche a sviluppare dei forti fattori di rischio verso malattie croniche come diabete, ipertensione e malattie cardiovascolari e cancro.

Ecco la classifica degli alimenti più dannosi per la salute, quelli che si consiglia di evitare sempre e comunque

In questo articolo abbiamo selezionato, tra i prodotti alimentari di uso comune, quelli considerati i peggiori e quindi da evitare totalmente o cercare di ridurne il consumo, quando possibile.

Nelle primissime posizioni su ciò che dovremmo evitare il più possibile abbiamo le bevande gassate altamente zuccherate, ma anche i cibi molto grassi e lo zucchero raffinato. In ultimo ma non per importanza abbiamo il glutammato monosodico e il pesce con livelli alti di mercurio.

Il dado

Si tratta di un prodotto che riesce a migliorare notevolmente il gusto delle pietanze ma, purtroppo, contiene glutammato monosodico, un additivo potenzialmente cancerogeno.

Alimenti da fast food

Si tratta di prodotti consumati quotidianamente sia dai più piccoli che dagli adulti ma, attenzione a non farne un uso spropositato perché quasi tutti contengono dolcificanti e grassi nocivi per il nostro organismo.

Prima di acquistarli si consiglia sempre li leggere con attenzione l’etichetta guardando che non vi siano aspartame e acesulfame. Attenzione anche ai prodotti già pronti che acquistate nel banco dei surgelati (quelli che basta scaldare nel microonde): in molte “ricette” dei cibi pronti troviamo tantissimi grassi e additivi con elevatissimo grado calorico.

Insaccati e carni

Molti insaccati vengono preparati con carne macinata finissima, tanto che risulta impossibile stabilire se si tratta di carne di qualità o meno. Alcuni studi hanno determinato la diretta corrispondenza tra l’insorgenza di alcuni tipi di cancro (esofago, polmoni e colon) e il consumo di carne rossa e insaccati.

Non dimentichiamo che anche l’Oms ha valutato in modo del tutto negativo il consumo di carni rosse proprio in virtù delle possibili complicazioni di salute.

A chi proprio non riesce a fare a meno dei salumi consigliamo di acquistare prosciutto crudo, controllando bene che non vi siano nitriti e nitrati tra gli ingredienti.

Formaggini e sottilette

È lo stesso discorso fatto per i wustel, essi sono prodotti formati da miscele di formaggi diversi non adeguatamente fermentati. Spesso, per migliorarne il sapore, vengono aggiunti additivi come il citrato di sodio (E3321). Di certo non dei prodotti adatti ad un bambino.

Caffè

Il caffè tende ad acidificare il sangue e provocare emicranie oltre a dare assuefazione.

Pane bianco

La farina bianca, privata della crusca e del geme di grano, una volta ingerita tende ad attaccarsi alle pareti dell’intestino, limitando di conseguenza l’assorbimento delle sostanze nutritive.

In alternativa, si consiglia di preparare pane e pizze in casa, con la vera farina integrale ovvero quella di tipo 2.

Cola Cola e bevande gassate in generale

Si tratta di bibite costituite principalmente da zuccheri che, impediscono l’assorbimento di magnesio e calcio oltre ad innalzare le probabilità di causare l’osteoporosi.

Patatine al gusto pizza, formaggio…

Questo genere di alimento, di solito, è composto solo in piccola parte di patate. Il sapore viene dato da aromi appositi sui quali nessuno metterebbe mai la mano sul fuoco in quanto a sicurezza.

Zucchero bianco

Questo alimento fu considerato un veleno dal Dr Wiliam Coda Martine nel 1957 in quanto non apporta alcuna sostanza utile all’organismo al contrario ne rallenta il corretto funzionamento.

Pasta con il ragù

Un piatto che apparentemente può sembrare semplice e gustoso ma, che se ingerito quotidianamente, potrebbe provocare svariati problemi al nostro organismo, ad esempio una digestione lenta, la scarsa assimilazione di nutrienti e l’assorbimento di sostanze poco salutari per il nostro corpo (come tossine, spesso presenti nelle carni rosse acquistate al supermercato).