Il conflitto siriano è solo un trampolino per l'Iran?Tribuno del Popolo
giovedì , 19 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Il conflitto siriano è solo un trampolino per l’Iran?

In molti non comprendono il perchè di tanto accanimento dell’Occidente nei confronti di Damasco. E se il vero obiettivo fosse Teheran?

C’è un qualcosa che non torna nel conflitto siriano. Come mai infatti l’Occidente si starebbe impegnando così a fondo nel finanziare le bande ribelli contro il governo di Damasco, e soprattutto nello schierare in modo unilaterale i media tutti a favore dell’opposizione? Viene da pensare che la Siria forse non sia altro che uno specchio per le allodole, un modo per far uscire allo scoperto quello che sarebbe il “vero” obiettivo, ovvero la Repubblica Islamica dell’Iran. In molti, prima dell’esplodere della guerra civile siriana, davano pressochè per scontato che Israele avrebbe dichiarato guerra molto presto all’Iran, a causa del suo controverso programma nucleare. Netanyahu aveva persino parlato di una dead line che era stata fissata per l’estate del 2013, e quasi tutti i media cominciavano a parlare del problema rappresentato da Teheran. Poi è arrivata all’improvviso la guerra alla Siria, paese guardacaso strettamente alleato proprio dell’Iran. Secondo molti analisti inoltre le milizie sciite di Hezbollah avrebbero deciso di combattere accanto alle truppe di Assad anche per proteggere le armi loro destinate e inviate dal vicino Iran. Se il regime di Assad dovesse capitolare infatti, difficilmente i miliziani potrebbero ottenere armi da Teheran  Dopo gli ultimi blitz insomma, i miliziani libanesi avrebbero fretta di sconfiggere le bande islamiche radicali presenti in Siria. Secondo fonti autorevoli inoltre anche l’aver fatto esplodere tensioni settarie tra sciiti e sunniti rientrerebbe proprio nel piano di coinvolgere l’Iran nel conflitto. Inoltre la Siria in passato ha collaborato in diversa misura con Israele, di conseguenza la vera ossessione di Tel Aviv sarebbe nei confronti di Iran e non tanto nei confronti della Siria. Quindi, qualora ritenessero di indebolire l’Iran, ecco che potrebbero anche  effettuare attacchi a Damasco.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top