Il Direttore della Cia in visita a Kiev, i soliti "due pesi e due misure" della Casa BiancaTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Il Direttore della Cia in visita a Kiev, i soliti “due pesi e due misure” della Casa Bianca

Il portavoce della Casa Bianca Jay Carney ha confermato che il direttore della Cia John Brennan ha visitato la capitale ucraina Kiev nel weekend per tenere incontri di alto livello con ufficiali ucraini. Nonostante questo però la Casa Bianca accusa la Russia di ingerire nelle questioni ucraine. 

Mentre la tensione in Ucraina è ormai altissima e si attende la missione “antiterrorismo” di Kiev contro le città dell’Est, la Casa Bianca ha confermato che il direttore della Cia John Brennan ha visitato la capitale Kiev nel weekend incontrandosi con diversi personaggi di rilievo dell’esercito e del governo ucraino. Il deposto presidente Yanukovich aveva precedentemente accusato proprio Brennan di aver ordinato l’intervento di Kiev contro l’Ucraina dell’Est, e infatti i fatti sembrano confermare questa versione dal momento che Kiev ha ordinato la missione “antiterrorismo” proprio in concomitanza della visita della Cia in Ucraina. Ovviamente la Cia ha respinto ogni addebito anche se ha dovuto ammettere che Brennan fosse effettivamente a Kiev. Incredibilmente però il portavoce della Casa Bianca Carney ha cercato di far credere che il direttore della Cia fosse in Ucraina solo come “parte di un viaggio in Europa”. Ovviamente il tutto sembra solo una menzogna spudorata, anche per questo motivo il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha chiesto spiegazioni sulla natura della visita. Non solo, la Casa Bianca ha persino definito come “assurde” le accuse di ingerenza in Ucraina, negando quindi l’evidenza ancora una volta. Yanukovich, il presidente deposto, ha invece accusato Brennan di aver ordinato l’uso delle armi contro i rivoltosi dell’Est, facendo così precipitare il Paese in una guerra civile. Proprio lunedì secondo RT.com, Aleksandr Yakimenko, capo del servizio di sicurezza ucraino (SBU) ai tempi di Yanukovich ha detto chiaramente che il suo successore, Valentin Nalivaychenko, sarebbe in realtà un agente che collabora con la Cia: “Nalivaychenko è stato reclutato dagli Usa quando era Console Generale dell’Ucraina a Washington nel 2001″, ha accusato Yakimenko su Russia Channel One;  su di lui pesa peraltro un mandato d’arresto da quando ha lasciato Kiev lo scorso mese. Insomma gli Stati Uniti continuano ad accusare la Russia di ingerire negli affari interni dell’Ucraina ma, nei fatti, gli Usa hanno foraggiato con tutti i mezzi possibili l’Ucraina dell’Ovest, prima inviando personaggi come McCain in piazza Majdan, poi inviando personale e addirittura il capo della Cia direttamente a Kiev. I soliti due pesi e due misure all’americana.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top