Il folle gioco di Erdogan rischia di portare a una guerra globaleTribuno del Popolo
lunedì , 11 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Il folle gioco di Erdogan rischia di portare a una guerra globale

Ankara ha abbattuto un Su-24 russo con l’accusa che avrebbe violato lo spazio aereo turco. I due piloti si sono paracadutati ma uno sarebbe stato ucciso dai ribelli sul posto. Mosca smentisce e afferma di avere prove che il velivolo si trovasse nello spazio aereo siriano. Si apre una crisi senza precedenti con Putin che parlato di “pugnalata alla schiena” e di conseguenze “tragiche” per Ankara, accusata di appoggiare lo Stato Islamico.

Una pugnalata alle spalle, così Putin ha commentato l’abbattimento da parte della Turchia di un Su-24 russo, accusato di aver violato i confini turchi ma senza prove dato che Mosca ha affermato di disporre di dati inconfutabili in grado di dimostrare che il velivolo, al momento dell’abbattimento, si trovasse nei confini siriani. Ankara ha detto di aver avvisato diverse volte il velivolo di cambiare rotta e di aver solo dopo proceduto all’abbattimento, peccato che il Su-24 sia caduto a circa quattro chilometri dal confine turco, di conseguenza si sarebbe trattato per il Cremlino di un vero e proprio atto di guerra da parte dei turchi. Da qui la violenta reazione di Putin che ha annunciato “conseguenze tragiche nei rapporti tra Russia e Turchia” e con il Cremlino che ha accusato frontalmente la Turchia di aiutare il terrorismo dello Stato Islamico. In teoria domani il ministro degli Esteri russo Lavrov dovrebbe recarsi ad Instanbul per un incontro, ma a questo punto non è possibile dire con certezza se tale incontro avverrà. Quello che è certo che è i turchi hanno mostrato in modo molto netto di provare molto disagio per i raid russi contro Isis e ribelli siriani, confermando di conseguenza le proprie mire egemoniche nel Medio Oriente. La sensazione è che quella di Erdogan sia stata una deliberata provocazione ben sapendo che essendo Ankara un membro Nato avrà presumibilmente le spalle coperte. Peccato che come ha accusato il Cremlino ormai ci sono molte prove degli appoggi concessi da Ankara all’Isis, e la sensazione è che il Re, ormai, sia nudo.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top