Il governo argentino scopre documenti segreti della dittatura militareTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Il governo argentino scopre documenti segreti della dittatura militare

Il governo argentino scopre documenti segreti della dittatura militare

Argentina, ritrovati documenti risalenti all’epoca della dittatura. Sono state avviate delle indagini in relazione alla vendita delle azioni di Papel Prensa.

Un totale di 280 atti originali e segreti della dittatura argentina (1976/83) sono stati ritrovati dal governo argentino, nel sottosuolo della base dell’Aeronautica, contenenti informazioni sui desaparecidos e “liste nere” con i nomi di 331 tra artisti ed intellettuali. I documenti, che costituiscono il primo grande ritrovamento della documentazione segreta della dittatura militare, sono stati rinvenuti il 31 ottobre nell’edificio Condor.

“Si tratta di sei archivi con indice dei temi trattati dalla giunta militare” ha dichiarato il ministro della Difesa, Augustín Rossi. “Non abbiamo dubbi sul valore storico significativo. Ora, la Giustizia deve decidere se la documentazione può avere valore legale per le varie cause in giudizio”.

Oltre alla documentazione sono stati ritrovati tre libri originali contententi informazioni sulle informazioni della Giunta Militare, inclusa “la richiesta che Hebe (de Bonafini, presidentessa delle Madri di Plaza de Mayo) fece in merito ai suoi figli desaparecidos”. Le liste nere includono lo scrittore Julio Cortázar (morto nel 1984), la cantante Mercedes Sosa (morta nel 2009) e li attori Héctor Alterio e Federico Luppi.

Inoltre, d’accordo con il ministro della Difesa, i documenti rivelano che i comandanti ponevano particolare interesse nell’operazione di trasferimento di azioni dell’impresa Papel Prensa, l’unica in quel periodo a fornire carta ai giornali “Clarín”, “La Nación” e “La Razón”. I militari hanno discusso a lungo, in varie riunioni, se arrestare o meno i successori del banchiere David Graivers, proprietario dell’impresa, e sul futuro dell’azienda – come provano i 13 atti datati dal settembre del 1976 al dicembre 1977.

Il ministero della Giustizia ha avviato indagini in merito alla vendita della maggior parte delle azioni dell’impresa Papel Prensa (51%) ai principali giornali del paese, per accertare se furono fatte sotto coercizione o minaccia. La denuncia è stata fatta quattro anni fa dalla presidentessa Cristina Kirchner, come parte del processo con il giornale Clarín.

 Fonte: oglobo.globo.com

  Traduzione: Guido Del Giudice per Oltremedianews

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top