Il "lamento" di Dolce e GabbanaTribuno del Popolo
domenica , 22 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Il “lamento” di Dolce e Gabbana

Il “lamento” di Dolce e Gabbana

Dopo tre giorni di serrata in segno di protesta contro il Comune , Dolce e Gabbana hanno riaperto gli esercizi a Milano. Si lamentavano che l’assessore del Comune D’Alfonso che ha proposto di non concedere nessuno spazio a chi evade le tasse.

Paese che vai, usanza che trovi. Di solito le tasse si pagano, o almeno si dovrebbero pagare, e un tempo chi non le pagava magari se ne vergognava un pò almeno, sapeva che pagarle sarebbe stata la cosa giusta da fare. Anche perchè in tempi di crisi come questi è chiaro che l’evasione fiscale pesa maggiormente proprio su quelli che le tasse le pagano, come ad esempio i lavoratori dipendenti. Anche per questo l’assessore Franco D’Alfonso ha preso la secondo noi condivisibile posizione di sostenere di non voler concedere nessuno spazio commerciale a coloro che evadono le tasse. Dolce e Gabbana, che con le tasse in passato hanno avuto qualche problema, hanno pensato bene di puntare i tacchi e di ordinare una serrata di tre giorni in segno di protesta nei confronti contro il Comune reo, udite udite, di volere che si paghino le tasse. Ma gli affari sono affari e quindi dopo essersi fatti pubblicità per tre giorni rimanendo chiusi, Dolce e Gabbana hanno riaperto tutti gli esercizi trovando, ma guarda un pò, la solidarietà di Roberto Maroni della Lega Nord, sempre in prima fila quando si tratta di difendere “marchi di eccellenza” da situazioni spiacevoli come quella di pagare le tasse. Il sindaco Pisapia ha replicato a queste provocazioni sterili cercando di porre fine alle polemiche: “Spero che adesso finiscano le polemiche e si guardi avanti nell’interesse della collettività, della moda e del Paese. Ho già invitato Dolce e Gabbana a venire qui al Comune per chiarirci”. E ha concluso: “Chi dice che Milano fa schifo non può che fare indignare non solo il sindaco, ma tutti i milanesi“. Insomma l’ennesima lezione di eleganza impartita da Pisapia a chi sembra vivere, non ce ne vogliano, in un mondo parallelo.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top