Il Maltempo in Meridione non fa nemmeno più notiziaTribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Il Maltempo in Meridione non fa nemmeno più notizia

Una ondata di maltempo ha messo in ginocchio in poche ore Sicilia e Calabria creando danni ingenti. La sensazione però è che le distruzioni naturali e non nel Meridione facciano meno notizia, come se si trattasse, dopotutto, di aree marginali. Ma i governi continuano a investire altrove, lasciando il #Meridione privo delle adeguate infrastrutture. 

Quando una calamità si abbatte sul Meridione sembra quasi che interessi di meno alle cronache nazionale dei nostri media, come se, dopotutto, si trattasse di aree marginali non solo dal punto di vista economico ma anche geografico e di interesse, come se il fatto che intere regioni vengano disastrate dal maltempo sia meno importante rispetto alle più ricche regioni del Nord. Quanto successo nelle scorse ore tra Sicilia e Calabria è  qualcosa di molto simile a una calamità naturale con intere zone completamente isolate dal resto della penisola a causa del maltempo. Si è parlato di comuni del tutto distrutti che avrebbero subito danni ingenti, e l’Anas ha anche comunicato di aver dovuto, nella notte, chiudere momentaneamente al traffico quattro diversi tratti della Statale 106 Jonica. Tra le zone più colpite quella Jonica, dove la ferrovia tra Monasterace e Melito è stata letteralmente spazzata via dalla furia degli elementi. Anche in Sicilia ci sono stati danni ingenti, e nemmeno un mese fa era accaduto alla Puglia, vere e proprie calamità naturali che continuano a colpire il nostro Sud Italia che sembra quasi abbandonato dallo Stato, come se non valesse nemmeno la pena costruire infrastrutture o mettere in sicurezza territori che evidentemente vengono considerati improduttivi e quindi non meritevoli di investimenti. Il benessere e la sicurezza dei cittadini non contano quando non è possibile ricavarci un tornaconto economico, e infatti il governo ha trovato eccome i fondi per finanziare l’Expo, la Tav o altre amenità. Così mentre Messina rimaneva per sette giorni senza acqua per un guasto idrico, Mattarella andava a chiudere l’Expo, due situazioni opposte che però si toccano, eccome.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top