Ilva. Duemila lavoratori in cassaintegrazione | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ilva. Duemila lavoratori in cassaintegrazione

La Fiat ha chiesto la cassa integrazione all’Ilva d Taranto. La fiat lo ha chiesto a Fim, Fiom e Uil nel corso di un incontro.

Ancora guai all’Ilva di Taranto. La Fiat avrebbe chiesto ai sindacati Fim, Fiom e Uil nel corso di un incontro, la cassa integrazione. A partire dal 19 novembre insomma si aprirebbe la procedura di cassa integrazione ordinaria per 2000 lavoratori. Impianti interessati il tubificio longitudinale 1 e 2, il treno lamiere, il treno nastri 1, le officine, i servizi e il laminatoio a freddo.La richiesta dell’Ilva sarebbe da mettere in relazione alla crisi del mercato dell’acciaio. Non è noto se questa fermata sia anche da collegarsi in qualche modo alla sempre più possibile fermata anticipata dell’altoforno numero 5, una fermata che è stata chiesta in tempi non sospetti dai custodi giudiziari nell’arco di un paio di mesi. Secondo l’autorizzazione integrata ambientale invece, il più grande altoforno del siderurgico dovrebbe fermarsi nel luglio del 2014

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top