Immigrazione. Tragedia a Catania: sei i naufraghi mortiTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Immigrazione. Tragedia a Catania: sei i naufraghi morti

Immigrazione. Tragedia a Catania: sei i naufraghi morti

Terribile tragedia a Catania dove sei profughi sono morti all’alba. Si tratta di sei ragazzi  siriani i cui cadaveri sono stati ritrovati sulla battigia della spiaggia del lungomare di Plaia.

Può interessare a qualcuno la sorte degli immigrati che ogni giorno cercano di fuggire dall’inferno della loro vita di tutti i giorni? Ovviamente no, anzi molti italiani vorrebbero persino inasprire la legge per impedire che i migranti arrivino sulle nostre spiagge. Peccato che la miseria non si possa fermare, e dalla Siria 120 persone hanno cercato la fortuna imbarcandosi per raggiungere il nostro Paese. All’alba il barcone dei migranti è arrivato a Catania, e qui sei persone sono morte, tra cui un ragazzo di età compresa tra i 13 e i 15 anni. Secondo le prime ricostruzioni sei uomini sono morti durante lo sbarco, annegando nel tentativo di raggiungere la riva. Facevano parte di un gruppo di 120 migranti che si erano imbarcati su un motopeschereccio che si è arenato a 15 metri dalla riva. Sei di loro, non sapendo nuotare, sono affogati a pochi metri dalla riva, e poi è subito arrivata la guardia costiera per prestare soccorsi. Ironia della sorte in porto al momento della tragedia erano ormeggiate navi da crociera, la miseria e il lusso nello stesso porto, E l’ondata di migranti in arrivo in Sicilia non pare arrestarsi. Altri 40 profughi sono stati soccorsi dalla Guardia costiera al largo di Siracusadove nei giorni scorsi erano sbarcati i 120 migranti rifiutati da Malta. Fra loro 22 minori, un disabile e una persona che ha numerose fratture. Inutile dire che è impossibile fare finta di niente mentre sulle altre sponde del Mediterraneo avvengono conflitti che costringono centinaia di disperati a tentare la sorte su barche di fortuna. Chiudere gli occhi, cercando come dice la Lega Nord di inasprire le leggi, significa per certi versi essere complici della tragedia, significa ignorare che esistono persone in difficoltà e soprattutto negare loro la speranza di una vita migliore.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top