In Italia ora è "allarme vaccini"Tribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

In Italia ora è “allarme vaccini”

Secondo l’appello lanciato da diversi enti e dall’Istituto Superiore di Sanità sarebbero sempre di meno gli italiani che fanno ricorso ai vaccini. Una notizia molto preoccupante che meriterebbe seria attenzione da parte delle autorità.

Nell’era di Internet è molto facile finire per credere a quello che si legge con troppa superficialità. Forse potrebbe essere anche questo uno dei motivi per cui il numero di italiani che fanno vaccinare i loro figli sarebbe diminuito in modo preoccupante. Il grido d’allarme è stato lanciato dall’Istituto Superiore di Sanità ed è stato raccolto subito dall’Aifa e dai pediatri, preoccupati che una cattiva informazione possa indurre sempre più genitori a non ricorrere alle vaccinazioni. Il rischio infatti è che possano ritornare malattie ormai dimenticate come la difterite, oppure che si possa tornare a morire per malattie come il morbillo. Ad esempio circa un anno fa un bambina era deceduta per una complicanza a Roma, anche per questo occorre tenere altissima la soglia di vigilanza, magari favorendo l’approvazione del Piano nazionale Vaccini da parte delle Regioni. Secondo il presidente dell’Iss Walter Ricciardi ad esempio, la copertura dei vaccini in Italia sarebbe al limite della soglia di sicurezza. Dati alla mano i dati sarebbero scesi al di sotto del 95% per quanto riguarda tetano, poliomelite, difterite ed epatite B. Per quanto riguarda il morbillo, la parotite e la rosolia la copertura sarebbe scesa del 4% in un anno arrivando all’86%. Le conseguenze inoltre potrebbero ricadere su tutta la collettività dato che l’assenza di una immunità totale potrebbe aumentare il rischio di contagio per i bambini non vaccinati. Dunque va bene essere complottisti e critici, e magari anche sottoporre a verifica ogni informazione, ma per il bene di se stessi e dei propri figli è necessario perlomeno recuperare informazioni attendibili.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top