Incontro Renzi-Grillo, la notte cala sull'ItaliaTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Incontro Renzi-Grillo, la notte cala sull’Italia

L’incontro streaming tra Matteo Renzi e Beppe Grillo secondo noi mostra in modo inequivocabile la “notte fonda” che è calata sull’Italia e che dimostra, ancora una volta, quanto ci sarebbe bisogno di “sinistra”.

L’incontro in diretta streaming tra Matteo Renzi e Beppe Grillo alla fine è avvenuto anche se è durato solo pochi minuti. Noi l’incontro lo abbiamo seguito e siamo rimasti sbigottiti, non tanto perchè ci aspettavamo qualcosa di diverso certo, ma perchè constatare che il nostro Paese si trova nelle mani di questi due personaggi, oltre che in quelle di Berlusconi, dovrebbe far capire in modo drammatico la pericolosità della crisi in cui ci troviamo. Abbiamo assistito all’incontro tra due personaggi pieni di sè che non sono venuti all’incontro per parlarsi tra di loro ma per fare la ruota di fronte alle centinaia di migliaia di italiani che guardavano lo streaming, una sorta di Talk Show che la dice lunga sulla qualità dell’offerta politica italiana. Così Beppe Grillo ha accusato Renzi, e come dargli torto, di essere l’ “uomo dei poteri forti“, e ha pensato, non lasciandolo parlare, di guadagnare punti nella giostra mediatica. Dal conto suo Renzi ha recitato il ruolo del giovanotto educato che provava a richiamare Grillo alla normalità, non c’è che dire davvero una bella coppia da spettacolo, peccato che lo scenario non fosse il sipario di un teatro bensì le istituzioni del Paese. E quindi ha ragione Grillo quando accusa Renzi di essere uno di quelli dice una cosa per farne un’altra, e probabilmente ha ragione anche nel non volersi fidare di questo Pd, peccato che con il suo modus operandi il comico genovese ricordi qualcosa di persino peggio. Del resto lo stesso Grillo ha ammesso di non essere “democratico”, e lo ha dimostrato non facendo parlare Renzi. Insomma ci è sembrato di vedere due galli in un pollaio punzecchiarsi in modo grottesco, con Renzi che esclamando “esci da questo blog” pensava forse di umiliare Grillo, e con Grillo che non facendolo parlare pensava forse di mostrarsi come un “duro”, ignorando che la politica dovrebbe essere lo strumento per risolvere i problemi e non un modo per mettersi in mostra.  E quindi? E quindi questa situazione mostra l’assenza della “sinistra”. Senza sinistra l’opposizione si riduce a questo, a meri slogan di rabbia urlati senza la volontà di trovare soluzioni da un lato, e a un governo che dietro la facciata di centrosinistra nasconde il volto orribile e osceno delle larghe intese. In molti sul web hanno definito “fascista” l’atteggiamento di Grillo che non faceva parlare Renzi, noi in tutta buona volontà non riusciamo a dire che Renzi sia meglio di Grillo, entrambi insieme a Berlusconi rappresentano a nostro dire, per motivi diversi, un pericolo per la democrazia italiana, che potrebbe anche non sopravvivere a questa stretta mortale.

Il Tribuno

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top