Infinita consulta: ancora nulla di fatto. CSM: eletti Zanettin e BalducciTribuno del Popolo
giovedì , 27 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Infinita consulta: ancora nulla di fatto. CSM: eletti Zanettin e Balducci

Finalmente il Parlamento è riuscito ad eleggere i due membri laici del Consiglio Superiore della Magistratura. Si tratta del senatore di Forza Italia Pierantonio Zanettin e della onorevole di SEL Paola Balducci. Manca ancora, invece, l’intesa per la Corte Costituzionale.

Fonte: Oltremedianews

L’Italia se fa un passo avanti, ne fa due indietro. Almeno questo succede nei palazzi delle istituzioni, tra accordi poco solidi e continue votazioni. Il passo avanti è stato compiuto al Consiglio Superiore della Magistratura, con l’elezione dei due membri laici Pierantonio Zanettin, con 525 voti, e Paola Balducci, 521 voti.

I due passi indietro sono stati registrati, invece, alla Corte Costituzionale. Si è trattata della quattordicesima seduta comune per eleggere i due giudici laici della Consulta, ma non è stata sufficiente. Motivo più importante: gli interrogativi intorno al candidato di Forza Italia Donato Bruno.

Il senatore Bruno, infatti, è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Isernia per il fallimento della società Itierre. Per questo motivo molti parlamentari del Partito Democratico hanno deciso di non approvare l’elezione di un indagato come giudice costituzionale laico. Il candidato forzista nelle ultime ore ha affermato che non si ritirerà, poichéBerlusconi non ha ancora presentato questa richiesta.

Una volta registrata la volontà dei Democratici di non votare il candidato forzista, i capigruppo di Forza Italia Renato Brunetta e Paolo Romani hanno chiesto ai parlamentari del proprio gruppo di votare scheda bianca e di concentrarsi solo sull’elezione dei due membri del Csm. E così anche il Pd ha deciso di votare scheda bianca, per mantenere l’accordo con Forza Italia e per non bruciare il nome del proprio candidato, Luciano Violante.

Ad entrambi in fronti politici, quindi, intimoriva la possibilità di bruciare altri due nomi, dopo la mancata elezione del candidato condiviso Antonio Catricalà. La Lega Nord ed il Movimento 5 Stelle hanno affermato che continueranno a votare scheda bianca.

Intanto, cominciano a circolare altri nomi, per una ipotetica, nuova candidatura. I nomi corrispondono a Maurizio Paniz, avvocato veneto e deputato di Forza Italia, Ignazio La Russa, deputato di Fratelli D’Italia, e Nitto Palma, magistrato e onorevole di Forza Italia. Circola anche la voce che non vede tramontata del tutto l’idea del tandem di Augusto Barbera, costituzionalista vicino ai Democratici, e Giovanni Guzzetta, giurista vicino a Forza Italia.

Intanto quattordici votazioni non sono bastate per risolvere la questione della Consulta e il Presidente del Senato Pietro Grasso ha fissato una nuova seduta comune per martedì prossimo 30 settembre. Che sia l’ultima di una lunga serie?

 Danilo Di Trani

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top