Ingroia. Si prepara la lista "Rivoluzione Civile". Candidati Ilaria Cucchi e Sandro Ruotolo | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 23 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ingroia. Si prepara la lista “Rivoluzione Civile”. Candidati Ilaria Cucchi e Sandro Ruotolo

Ingroia tornerà a ore dal Guatemala, poi sarà pronto a definire le liste, le strategie e soprattutto i programmi. Sarà proprio lui a valutare personalmente i candidati valutando la lo loro storia di impegno civile.

riv civ

Antonio Ingroia al momento si trova in Guatemala, ma già domenica tornerà in Italia, pronto a entrare a pieno nella nuova avventura della lista “Rivoluzione Civile”. Un compito difficile quello che ha deciso di sobbarcarsi l’ex pm palermitano, un compito però alla portata dato che il movimento è appena nato e la campagna elettorale non è ancora ufficialmente cominciata. A giorni Ingroia avrà a disposizione anche una sede ufficiale proprio nel centro di Roma, e tutto sarà pronto per cominciare ufficialmente. Intanto però quelli della lista Rivoluzione Civile, gli attivisti e i militanti sono ottimisti, contenti degli oltre 25.000 contatti sul web negli ultimi due giorni, segno che l’avventura politica di Ingroia piace, e c’è voglia di partecipare.  I nomi dei possibili candidati però cominciano già a circolare; ovviamente Ingroia sarà capolista in tutte le circoscrizioni, con il 60-70% dei posti in lista che sarà riservato alla società civile e ai movimenti. Il restante verrà diviso tra Idv, Comunisti Italiani, Rifondazione, e Verdi. Infine sarà proprio l’ex pm a scegliere personalmente i candidati, valutando la loro storia di impegno civile.  E proprio dal fronte delle candidature ci sono le prime novità, da Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, il ragazzo morto per via dei maltrattamenti il 29 ottobre 2009, fino a Franco La Torre, figlio di Pio, Gabriella Stramacconi, la direttrice di Libera, e Flavio Lotti. Ci metteranno probabilmente la faccia però altri personaggi come Antonio Di Luca, operario della Fiat di Pomigliano D’Arco, e il giornalista d’inchiesta Sandro Ruotolo.  “Qui vogliamo puntare su personalità che in questi anni si sono impegnate nella lotta alla ’ndrangheta e alle sue commistioni con la politica e sui sindaci che hanno dimostrato che si può governare senza sporcarsi le mani con gli affari e i boss”, ha spiegato lo staff della Rivoluzione Civile al Fatto Quotidiano. Insomma quella della lista di Ingroia sembra davvero una delle novità della sinistra italiana, e se Antonio Di Pietro sembra un pesce fuor d’acqua, è anche vero che il leader dell’Idv non avrà più alcun ruolo di rilievo all’interno della costituenda coalizione. E si pensa anche al programma, un programma connotato a sinistra in un certo modo vista la presenza in lista dei comunisti e che metterà al centro anche il lavoro e la lotta alla precarietà. Ma non è finita qui, Rivoluzione Civile lavorerà anche per togliere le oltre 94.000 auto bli e i 7.000 consigli di amministrazione inutili, per sciogliere le Provincie e dire “no” agli aerei F35 e ai 47 miliardi imposti dal Fiscal Compact che, tradotti, significheranno la fine dello stato sociale in Italia.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Nessun commento

  1. Roma, 2 feb. (Adnkronos) – “La magistratura deve essere lasciata libera di giudicare, senza condizionamenti e con l’abituale serenita’ ed obiettivita’. Per questo non condivido i giudizi espressi dalla sorella di Stefano Cucchi, Ilaria, oggi candidata al Parlamento in una lista guidata da un magistrato, che sostiene di non avere fiducia nella magistratura se dovesse pronunciarsi in maniera diversa da quanto lei si aspetta”. Lo scrive in una nota Donato Capece, segretario generale del Sappe. “E’ certamente importante e fondamentale rilevare che le conclusioni della perizia esperita dai periti della Terza Corte d’Assise -continua Capece- sulla morte del fratello Stefano e’ avvenuta per sindrome da inanizione e non da presunti pestaggi. Attendiamo dunque tutti, con serenita’, gli accertamenti della magistratura, che dobbiamo rispettare sempre”. ”Ribadisco una volta di piu’ -si legge ancora- che il Sappe ha il massimo rispetto umano e cristiano per il dolore dei familiari di Stefano Cucchi come lo abbiamo per tutti coloro che hanno perso un proprio caro in stato di detenzione. Ma non possiamo accettare -conclude Capece- una certa tendenziosa e falsa rappresentazione del carcere come luogo in cui quotidianamente e sistematicamente avvengono violenze in danno dei detenuti come evidentemente pensa la sorella di Stefano Cucchi”. Coerenza coerenza, in appello, cassazione, strasburgo, dove volete, si può decidere tutto ma adesso togliete il microfono dalla bocca di Cucchi che a mio parere danneggia il partito e sopratutto un grande magistrato: Ingroia. Stiamo facendo le “pazzielle” di Berlusconi: P.M. di colore, rocessi politici ecc….vergognamoci. Prima lo potevo accettare ma adesso la Cucchi si è resa conto che non può fare come prima , ora dovrebbe rappresentare l’istituzione e l’istituzione non può comportarsi come Berlusconi e la cosa che mi addolora di più è il silenzio dei vertiti del partito……..ma li visitate i siti di tutti i sindacati delle FF.OO.? Ma non li volete i loro voti e delle loro famiglie?

  2. (ANSA) – NAPOLI, 21 FEB – Sintesi del dibattito e dei commenti politici della campagna elettorale in Campania.
    Camera dei deputati-Comunicato stampa.

    *** Paolo Russo (Pdl),Presidente della Commissione Agricoltura della Camera, candidato alla Camera in Campania 1, sostiene che “per certa sinistra i giudici sono bravi solo quando si accaniscono contro Berlusconi. In quelle occasioni guai a parlar male della magistratura indipendente ed imparziale. Se pero’ a sparare a zero contro ‘ipocriti processi’ e’ Ilaria Cucchi, candidata con il magistrato Ingroia va tutto bene. Il giudice puo’ essere ‘ostile e negare l’evidenza dei fatti. Questa volta le vere vittime della mistificazione e della strumentalizzazione politica sono gli agenti della polizia penitenziaria ed a loro va tutta la mia solidarietà”.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top