Interrogazione parlamentare sul concerto dei 99 Posse a CremonaTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Interrogazione parlamentare sul concerto dei 99 Posse a Cremona

Interrogazione parlamentare sul concerto dei 99 Posse a Cremona

“La senatrice della lega nord Comaroli, farebbe bene a preoccuparsi dell’istigazione all’odio e alla discriminazione di cui è artefice il suo partito, del tentato omicidio di Emilio che è figlio di questo clima di intolleranza, piuttosto che presentare un’interrogazione parlamentare sul nostro concerto di stasera, al Dordoni di Cremona.

Fonte: Oltremedianews

Questa morbosa attenzione politica e mediatica sui 99 Posse è grottesca, nello stesso paese dove la corruzione e il malaffare sono eletti a norma. Nel paese delle tangenti milionarie dell’Expo o del Mose, del controllo mafioso sulle istituzioni come a Roma Capitale, della disoccupazione giovanileal 50%. Parlate dei problemi degli italiani, invece di usarci come specchietto per le allodole!” – i 99 Posse, che questa sera suoneranno a Cremona nonostante le polemicheche si sono susseguite dopo un loro post su facebook in relazione alla manifestazione antifascista di sabato, convocata dopo l’attacco fascista alla sede del Csa Dordoni, hanno voluto comunicare a tutti i loro fans il proprio pensiero.

La senatrice ha dichiarato: ” I cittadini di Cremona non devono rivivere la vergognosa giornata di scontri e violenza che hanno dovuto subire lo scorso sabato. Per questo ho presentato una interrogazione al ministro dell’interno Alfano per capire quali misure intenda prendere per scongiurare ulteriori violenze in previsione del concerto organizzato il 29 gennaio dai ’99 Posse’. Notizie di stampa riferiscono infatti che il Questore e il Prefetto di Cremona hanno autorizzato, senza tenere conto del parere negativo formulato ufficialmente dal sindaco, l’esibizione del gruppo da sempre bandiera dei centri sociali al Dordoni. I musicisti, famosi per gli atteggiamenti violenti, in questi giorni attraverso i social network hanno alimentato il fuoco della vendetta rilasciando dichiarazioni pesantissime e invitando a utilizzare più bastoni e meno tastiere” – continua – “Ogni forma di violenza e intimidazione deve essere repressa sul nascere, Cremona e i suoi cittadini non devono essere mai più ostaggio di una banda di violenti”.

Già nel 1998, l’allora Alleanza Nazionale chiese un’interrogazione parlamentare per i 99Posse.  Alcuni senatori di An presentarono un’interrogazione parlamentare sulvideogame inserito nel cd “Corto circuito” (vince chi colpisce con molotov piu’ poliziotti) e ricordando che “i 99 Posse in un concerto a Roma invitarono a bruciare le sedi di An”.

All’epoca la replica di Luca Persico (O’ Zulù) : “Questa e’ la prova che alla Destra manca completamente il senso dell’ironia. Il gioco e’ tratto da una foto anni 70, ritrae una realta’. Per l’invito a “bruciare sedi di An”, a Roma inserimmo il brano “S’adda appiccia’” chiedendoci perche’ gli incendi non colpiscono posti giusti. La Destra non puo’ denunciare la violenza data la sua storia di negazione della diversita’, olio di ricino, camere a gas che appartiene alla loro tradizione”.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top