Intervista a Francesco Toscano. La controinformazione per resistere alle élitesTribuno del Popolo
giovedì , 14 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Intervista a Francesco Toscano. La controinformazione per resistere alle élites

Oltremedia ha intervistato, nell’ambito di un ciclo di seminari “L’economia oltre i media, Francesco Toscano. Giornalista del blog Ilmoralista.it, una fonte di informazione controcorrente e fuori dal coro del mainstream dominante. Unione europea, massoneria e prospettive della crisi sono state al centro del dialogo con Toscano.

Fonte: Oltremedianews

 

Qual é la sua opinione in merito alle dinamiche economiche, politiche della crisi in UE e nello specifico in Italia?

In primo luogo demistificherei il mito che i media e la cosiddetta classe dirigente fa in merito. Con una certa frequenza ci viene ripetuto che dobbiamo fare sacrifici, che dobbiamo ripensare il nostro modello welfare e le dinamiche del lavoro perché il paese è in crisi,ma non è dato sapere di più. C’è stata la crisi finanziaria, ma nessuno si è preso la briga di spiegarne scientificamente gli effetti le cause, a dispetto di qualsiasi risultato empiricamente verificabili. Le misure di austerità provocano ulteriore recessione, le misure di Monti attuate per abbattere il debito pubblico, lo hanno invece aumentato, ma nonostante ciò non vengono messe in discussione. Questo accade perché siamo all’interno di un processo di Restaurazione che intende riportare le élites reazionarie di ritorno che stanno riuscendo a impostare, a far rivivere nella società occidentale un modello di società che noi pensavamo definitivamente superato. La vittoria di alcune oligarchie che non potendo proporre a viso aperto il trionfo di un modello classista, si celano dietro i dogmi neoliberisti. Come quando piove ci si bagna, così quando c’è la crisi si è poveri.

Alla luce di questo fenomeno e della tua attività d’inchiesta nell’ambito dei sistemi lobbistici europei, qual é la sua impressione sulle relazioni tra capitali, politica e Bilderberg o Trilateral in riferimento anche all’ultimo incontro tra Letta e Obama?
La massoneria è un’istituzione “misteriosofica”, ha una storia che meriterebbe di essere conosciuta e approfondita. E’ stata protagonista delle rivoluzioni illuministe, anche in Italia con la carboneria e da sempre ha un ruolo guida nei processi storico. Ma la massoneria non è un monolite, potremmo individuare due macroaree, una massonico-reazionaria oggi prevalente e incarnata da Draghi, Monti, da coloro che oggi danno le carte in Europa e che ha preso il sopravvento rispetto ad una massoneria di ispirazione progressista, roosveltiana, keynesiana che invece è stata protagonista della sconfitta del nazi-fascismo e della costruzione di un sistema occidentale che dalla fine della guerra fino a pochi anni fa aveva garantito il benessere di tutti. Il Bildenberg,  la Trilateral e moltissime altre  sono delle associazioni paramassoniche che sono sempre fondate da eminenti massoni che fanno convergere subordinatamente dei profani, formando un’oligarchia che persegue obiettivi d’insieme prescindendo qualsiasi appartenenza nazionale e continentale.

Come puó reagire quel famoso 99% che sta pagando la crisi sistemica provocata dall’1% dell’oligarchia mondiale?
Anche organizzare eventi come quello di oggi, qui, è una prima e consistente resistenza. In questo modo tentiamo di offrire ai cittadini ossessionati e inebetiti da questo fratello orwelliano, da questo Goldstein, un sostegno per liberarli da queste sovrastrutture attraverso una controinformazione

A tal proposito, per concludere, qual é il ruolo della controinformazione e, in particolare, come é l’esperienza con il suo blog?
Ho sempre cercato di informarmi, di attivarmi in questo senso e ho iniziato a scrivere per la Gazzetta del Sud. Fino a quando non accadde un evento spiacevole: mi capitò di leggere un editoriale del mio ex direttore Lino Morgante nel quale, raccontando la difficile situazione in Grecia, aveva riportato le notizie in una maniera scorretta, quasi colpevolizzando di corruzione e spreco il popolo greco. Così decisi di scrivere un articolo-critica di questo editoriale, ma questo provocò la mia uscita dal giornale stesso. Da quello momento, grazie alla libertà acquisita e ad un rinnovato interesse per la questione, ho costituito IlMoralista.it

 Francesco Valerio della Croce

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top