Iran. Passi in avanti verso l'accordo sul nucleareTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Iran. Passi in avanti verso l’accordo sul nucleare

Iran. Passi in avanti verso l’accordo sul nucleare

A Losanna, in Svizzera, procedono i negoziati sul programma nucleare iraniano con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov che ha annunciato che sarebbe stato raggiunto un accordo tra le parti su tutte le questioni più importanti. Aumenta l’ottimismo per un accordo che rappresenterebbe una autentica svolta sia per l’Iran che per il Medio Oriente. 

Le parti in causa cominciano a essere ottimiste circa l’accordo sul nucleare iraniano. Il tanto atteso accordo infatti sarebbe finalmente molto vicino, e a Losanna, dove di svolgono i negoziati, potrebbero essere proprio queste le ore cruciali. Quello che sappiamo è che il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha detto chiaramente che è stato trovato un accordo su tutte le maggiori questioni, e questo potrebbe preludere a un lieto fine anche perchè il ministro iraniano Javad Zarif si era detto sicuro della possibilità di raggiungere entro poche ore un accordo scritto. Per ora i più prudenti sono Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna e Germania, che vorrebbero controllare passo passo il programma nucleare di Teheran per impedire che l’Iran possa dotarsi di armi atomiche, cosa che peraltro la Repubblica Islamica ha sempre negato. L’Iran negli ultimi mesi sta combattendo direttamente contro il Califfato in Iraq, di conseguenza se ci fosse l’accordo l’Iran potrebbe proporsi come una potenza regionale e soprattutto in grado di imporre un equilibrio capace di pacificare la situazione. Ma contro Teheran si schiera il fronte sunnita, in questo senso accanto a Israele per cui l’Iran rappresenta il nemico per antonomasia. In questo senso le pressioni di Israele nei confronti del Congresso americano sono molto forti, anche perchè Netanyahu parlando nel Parlamento israeliano ha accusato direttamente gli Usa di lasciare, con l’accordo, all’Iran la possibilità di costruire delle armi atomiche. La sensazione è che comunque le parti in causa abbiano tutta l’intenzione di provare a trovare un accordo che potrebbe finalmente inaugurare una nuova stagione nei rapporti internazionali in Medio Oriente. Una cosa però a questo punto sembra certa: qualora non si dovesse trovare un accordo entro oggi esisterebbe la reale possibilità del fallimento delle trattative, che avrebbero ovviamente conseguenze imprevedibili.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top