Iraq. Caccia di Teheran bombardano l'IsisTribuno del Popolo
martedì , 17 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Iraq. Caccia di Teheran bombardano l’Isis

Aerei da guerra dell’Iran hanno bombardato diverse postazioni dell’Isis in Iraq. Lo sostiene il Pentagono, allarmata probabilmente dal fatto che l’influenza di Teheran in Iraq sia cresciuta notevolmente negli ultimi due anni. L’Iran al contrario accusa gli Stati Uniti di essere i veri responsabili dell’instabilità nell’area.

In Iraq la guerra contro lo Stato Islamico non è mai terminata, questo nonostante i media oggi preferiscano parlare d’altro. Fino a poche settimane fa però, lo Stato Islamico era sempre in prima pagina, con decapitazioni e avanzate dei guerriglieri islamici che venivano commentate con apprensione. Solo in apparenza però dal momento che, sottotraccia, gli Stati Uniti hanno indirettamente continuato ad fingere che l’organizzazione del Califfo Al-Baghdadi non venisse in realtà finanziata e foraggiata da paesi considerati “alleati” dall’Occidente come Turchia, Qatar e Arabia Saudita. Uno dei grandi nemici dei jihadisti sunniti che hanno infiammato la regione è sicuramente l’Iran sciita, grande spauracchio anche per Israele e Stati Uniti anche a causa del programma nucleare pacifico che Teheran da anni vorrebbe portare avanti.

Ora l’Iran sarebbe entrato attivamente nel conflitto con l’Isis, lo afferma il Pentagono che ha reso noto che alcuni caccia iraniani avrebbero bombardato postazioni dello Stato Islamico in Iraq. I raid non sarebbero stati organizzati in coordinamento con le contemporanee azioni dell’aviazione americana. Chiaramente i due paesi non collaborano contro lo Stato Islamico almeno formalmente, anche perchè Teheran accusa direttamente gli Stati Uniti di essere i veri responsabili della situazione di instabilità in Iraq. Gli attacchi dell’aviazione di Teheran sono avvenuti nella provincia di Diyala, nell’est dell’Iraq, in zone da mesi sotto controllo dei miliziani islamici. Gli attacchi sono stati condotti da aerei F4 Phantom, in coordinamento con le autorità irachene. Negli ultimi anni, Teheran ha saputo tessere pazientemente i fili di una crescente cooperazione politica ed economica con il governo di Baghdad e la sua influenza nel paese confinante è cresciuta in maniera progressiva, spaventando Usa e Israele. E infatti, guardacaso, proprio questa estate le truppe di Al Baghdadi hanno lanciato una offensiva in Iraq.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top