Iraq. I curdi sono in prima fila contro l'avanzata dell'IsisTribuno del Popolo
venerdì , 28 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Iraq. I curdi sono in prima fila contro l’avanzata dell’Isis

In Iraq ormai la situazione è quella di una guerra civile vera. L’avanzata dei jihadisti verso Baghdad ha visto però i curdi Peshmerga combattere in prima linea contro l’Isis per proteggere le terre del Kurdistan.

La guerra in Iraq ha ormai assunto caratteri preoccupanti con l’avanzata dei ribelli jihadisti dell’Isis che non è stata, almeno per il momento, ancora arrestata. Mentre i jihadisti avanzano verso Baghdad però hanno commesso ovunque immani atrocità con tanto di esecuzioni di massa, motivo in più per la comunità curda di organizzarsi per respingere l’avanzata dell’Isis. I combattenti curdi Peshmerga infatti hanno deciso di combattere in prima linea contro l’Isis per difendere il Kurdistan iracheno, una situazione per certi versi analoga a quella venutasi a creare in Siria, dove i curdi hanno a un certo punto del conflitto preso le armi contro i jihadisti. Intanto però sul terreno la tensione aumenta dopo che i ribelli jihadisti hanno preso il controllo del villaggio turcomanno di Bashir, a meno di trenta chilometri sud-ovest da Kirkuk. Nuri-Al Maliki, il presidente sciita dell’Iraq, ha inoltre fatto cadere le prime teste tra gli ufficiali dell’esercito iracheno, considerati responsabili di aver concesso troppo terreno ai ribelli jihadisti.  E infatti nella giornata di ieri i leader sciiti e sunniti dell’Iraq hanno fatto un intervento sulle reti di Stato per lanciare un’appello all’unità nazionale. Ma la situazione rimane drammatica, basti pensare che migliaia e migliaia di persone hanno preso tutto quello che avevano e hanno tentato di mettersi al riparo nel Nord del Kurdistan iracheno scappando dalla cittadina di Tal Afar, caduta a sua volta nelle mani dell’Isis. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top