Israele. A Gaza oltre 115 morti, e ora si combatte anche via terraTribuno del Popolo
martedì , 17 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Israele. A Gaza oltre 120 morti, e ora si combatte anche via terra

Israele continua i suoi raid su Gaza con un bilancio di morti che arriva a 120, quasi tutti civili. E intanto ci sono stati i primi scontri a Gaza tra le Brigate Al Quds e le truppe speciali israeliane. La sensazione è che non si possa più tornare indietro. 

Entra nel vivo la crisi di Gaza, crisi perchè non si può chiamare guerra il bombardamento continuo da parte degli israeliani che ha già causato 120 morti a fronte di decine di missili che vengono lanciati dalla Striscia ma che non hanno fatto alcuna vittima e vengono quasi tutti intercettati dall’Iron Dome. Questo però porta Israele a minacciare un intervento di terra che sarebbe in parte già avvenuto nella notte come riportato dall’ emittente Al Arabiya che ha parlato di truppe speciali israeliane che hanno attaccato Gaza e sarebbero state contrastate dalle Brigate Al Quds. Secondo un portavoce delle brigate ci sarebbero stati combattimenti pesanti nella notte e le brigate Al Quds sarebbero riuscite a respingere gli israeliani che cercavano di penetrare nella città, anche se da Tel Aviv non sono ancora giunte conferme in questo senso. Considerato che Moshe Yalon, ministro della Difesa israeliano, ha detto che “ci aspettano lunghi giorni di combattimenti“, emerge come Israele non abbia alcuna intenzione di trattare, nemmeno dopo 115 morti in quattro giorni, un bilancio pesantissimo e purtroppo destinato drammaticamente ad aumentare dal momento che a Gaza non esistono bunker dove la popolazione può cercare di mettersi a riparo, le bombe arrivano dagli aerei e dalle navi e nonostante a Tel Aviv affermino di puntare solo ad obiettivi militari, appare chiaro che è quasi possibile distinguere a Gaza tra civili e miliziani, con il risultato di un massacro. La sensazione è che nessuno fermerà Israele dove i “falchi” stanno già spingendo per l’invasione di terra e per “farla finita” con Hamas. Il timore è che nessuno sarà più n grado di tornare indietro.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top