Israele dice no alla missione delle Nazioni Unite in Cisgiordania | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 21 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Israele dice no alla missione delle Nazioni Unite in Cisgiordania

Israele ha comunicato che alla commissione d’inchiesta delle Nazioni Unite sui diritti umani non verrà permesso di entrare nei territori occupati. Proprio venerdì scorso il Consiglio per i diritti umani aveva nominato tre ufficiali per effettuare un sopralluogo in Cisgiordania.

Ancora brutte notizie da Israele dove il governo di Tel Aviv ha rifiutato formalmente di accettare la missione decisa dal Consiglio delle Nazioni unite per i diritti umani nella West Bank. Le Nazioni Unite avevano appena commissionato a tre giuristi un sopralluogo negli insediamenti in Cisgiordania per verificare lo stato dei diritti civili, politici, economici, sociali e culturali del popolo palestinese, e invitato Tel Aviv a “non ostacolare il processo di cooperazione”. ”La missione d’inchiesta non troverà la cooperazione in Israele, e ai suoi membri non sarà permesso di entrare in Israele e nei territori”, parola del portavoce del ministero degli Esteri israeliano, Yigal Palmor. Israele ha tagliato tutti i ponti con il Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, valutando come persecutorio il suo atteggiamento nei confronti della politica degli insediamenti portata avanti dal paese ebraico. La commissione in sostanza avrebbe la volontà di dimostrare che gli insediamenti israeliani violerebbero i diritti umani dei palestinesi, ma qualsiasi tentativo di punire Israele verrebbe inevitabilmente osteggiato dagli Stati Uniti, alleato chiave di Tel Aviv. L’Onu del resto aveva già emesso il suo verdetto, ritenendo  gli insediamenti israeliani illegali secondo il diritto internazionale. Secondo l’Onu infatti, i piani israeliani per costruire nuovi insediamenti in Cisgiordania e a Gerusalemme Est minerebbe il processo di pace e il processo di formazione di due Stati.Gli insediamenti della Cisgiordania sono al centro della disputa tra israeliani e palestinesi ormai da decenni. Circa 500.000 israeliani e 2,5 milioni di palestinesi vivono in Cisgiordania e a Gerusalemme Est, un territorio che Israele ha espropriato dalla Giordania nel 1967. I palestinesi sostengono da sempre che la Cisgiordania sia parte fondante  del loro futuro stato, e si oppongono a qualsiasi nuovo insediamento israeliano in quella regione.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top