Israele. Fermato commando armato tra Striscia di Gaza e Sinai, cinque i morti | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 31 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Israele. Fermato commando armato tra Striscia di Gaza e Sinai, cinque i morti

Cinque uomini armati che facevano parte di un commando che ha forzato il posto di confine tra Striscia di Gaza e Sinai sono rimasti uccisi dall’esercito israeliano. Intanto le guardie di frontiera egiziane uccise nell’attacco sarebbero almeno 16. Il ministro della Difesa Barak ha esortato il Cairo a lottare contro il terrorismo jihadista.

Ieri un commando armato ha assaltato un posto di confine tra Striscia di Gaza e Sinai, in Egitto, con l’intento di introdursi illegalmente in Israele. Ben 16 guardie di frontiera egiziane sono rimaste uccise nel conflitto a fuoco, e l’esercito israeliano ha poi ucciso cinque componenti del commando, che secondo fonti egiziane sarebbero stati jihadisti provenienti da Gaza.Il ministro della Difesa israeliano Ehud Barak ha sottolineato come l’episodio dimostri “la necessità per le autorità egiziane di agire con fermezza per ristabilire la sicurezza e lottare contro il terrorismo nel Sinai“. Moahmmed Morsi, il presidente egiziano, si è da parte sua impegnato a  riprendere il controllo della penisola: “Le forze di sicurezza riprenderanno il controllo totale, tutti potranno constatare che le forze di polizia e militari egiziane sono in grado di perseguire i criminali dovunque si trovino“, ha dichiarato aggiungendo che “i criminali e i loro complici la pagheranno cara“. Proprio Morsi ha tenuto ieri una riunione urgente con  il capo del Consiglio supremo delle forze armate, Hussein Tantawi, e con il nuovo ministro dell’Interno, Ahmed Gamal Eddin, per discutere le misure da adottare dopo l’attacco. Immediata la chiusura a tempo indeterminato del valico di frontiera di Rafah. Difficile controllare il Sinai perchè,  in ottemperanza con il trattato di pace con Israele,  si tratta di una zona demilitarizzata. Il commando comunque era formato da almeno una decina di uomini armati di granate e mitragliatrici, ed era anche riuscito a impadronirsi di due blindati egiziani con i quali si era infiltrato in territorio israeliano, dove è stato “neutralizzato” dall’aviazione dello Stato ebraico.Uno dei veicoli sarebbe esploso prima di giungere in Israele, mentre il secondo sarebbe stato colpito da un elicottero da combattimento poche centinaia di metri dopo il confine. Le forze di sicurezza israeliane continuano a dare la caccia a eventuali altri terroristi. Hamas, subito dopo l’attacco, ha ordinato la chiusura di tutti i tunnel utilizzati abitualmente per il contrabbando per evitare che i terroristi possano entrare nella Striscia. Secondo fonti del Cairo, i membri del commando sarebbero giunti in Egitto proprio attraverso quei tunnel, grazie alla collaborazione di altri gruppi estremisti locali.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top