Italia. Evasione, un piaga da 51,9 miliardi di euroTribuno del Popolo
sabato , 29 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Italia. Evasione, una piaga da 51,9 miliardi di euro

Sapete quanto manca alle casse dello Stato? Si parla di 51,9 miliardi di euro all’anno e 5 miliardi di Iva evasa. Una attività commerciale su tre nel 2013 non avrebbe emesso alcuno scontrino o uno scontrino fiscale irregolare. Ecco i dati della piaga dell’evasione.

Quanti parlano dei problemi dell’Italia dovrebbero perlomeno affrontare la questione tenendo conto di diversi elementi. Difficile non affrontare il problema dell’evasione, ancor peggio minimizzarlo dal momento che secondo gli ultimi dati resi noti dal bilancio dell’attività della Guardia di Finanza, sarebbero qualcosa come 51,9 i miliardi di euro sottratti alla tassazione. Una enormità se si pensa che una attività commerciale su tre nel 2013 ha emesso una ricevuta o uno scontrino fiscale irregolare oppure non lo ha proprio emesso. La GdF ha eseguito oltre 400.000 controlli sul rilascio di scontrini e ricevute e ha riscontrato irregolarità in ben il 32% dei casi. Sempre secondo la GdF nel 2013 in Italia sarebbero stati scoperti ben 8315 evasori totali, persone cioè che non hanno mai pagato una tassa, manco per sbaglio. Persone sconosciute al fisco che hanno nascosto reddito che avrebbero dovuto essere tassati per 16,1 miliardi. L’ammontare dell’Iva evasa invece raggiunge i 5 miliardi all’anno una cifra enorme ma che impallidisce a fronte dei 51,9 miliardi complessivi che riguardano i redditi e i ricavi non dichiarati, l’evasione totale, e le frodi di vario genere. Non solo; i militari hanno intercettato alle frontiere italiane, in entrata e in uscita dal nostro paese, denaro contante e titoli per 298 milioni. Di questi ben 258 sono stati sequestrati con un incremento dei sequestri rispetto al 2012 pari al 140%. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top